breaking news

Nino Falduto: “San Gaetano come una famiglia, ma il mio futuro non sarà lì”

Nino Falduto: “San Gaetano come una famiglia, ma il mio futuro non sarà lì”
Dilettanti
12/06/2018 18:06 | A cura di Domenico Geria
Il tecnico del San Gaetano è soddisfatto per la stagione appena trascorsa, ma per il futuro si guarda attorno in cerca di nuove sfide

Reduce dall’ottima stagione alla guida del San Gaetano Catanoso, conclusa con una tranquilla salvezza che consentirà al club del presidente Luvarà di giocare per il quarto anno di fila in Prima Categoria, mister Nino Falduto è intervenuto ai nostri microfoni e ci ha parlato della stagione appena trascorsa e di ciò che sarà il suo futuro.

“Per il San Gaetano è stata una stagione assolutamente positiva, abbiamo ottenuto una salvezza tranquilla e meritata dopo stagioni nelle quali si era lottato fino ai playout. Ho vissuto un anno e mezzo importante, lavorando con la società e lo staff per creare un gruppo di ragazzi in grado di ottenere questa salvezza anticipata; il programma nostro era questo, quindi lo abbiamo rispettato. Questa è una società composta da brave persone, capaci di farti sentire come fossi in famiglia; mi sono trovato benissimo, mi hanno lasciato lavorare senza pressioni, riuscendo a fare grandi cose nonostante un budget ristretto ed inferiore a moltissimi altri club. Tuttavia ammetto che preferirei avere una società che mi mette pressione, perché significherebbe che stiamo lottando per qualcosa d’importante.”

Mister Falduto a questo punto sposta l’obiettivo sul futuro: “Il San Gaetano si muoverà secondo la propria programmazione, attendendo anche le mosse di chi ha una maggiore disponibilità economica; ci potrebbe essere qualche nuovo ingresso in società, ma si cercherà comunque di non compiere grosse spese, andando a trovare ragazzi volenterosi con poche pretese economiche, come avvenuto in questi anni. Quest’anno, con un budget di poco superiore e due o tre ragazzi di un certo livello, avremmo potuto lottare per i playoff senza problemi. Nella prossima stagione difficilmente rimarrò; non lo escludo ma dipende dalla società e da quali saranno i programmi. Vorrei potermi migliorare e quindi lottare per qualcosa di più di una salvezza tranquilla; non ho ricevuto contatti da altre società al momento, anche perché non mi piace andare a propormi, devono essere i meriti del campo a mettere in luce il lavoro e la qualità di un tecnico. Se troverò una squadra che crede in me, discuterò i programmi e vedremo se raggiungeremo un’intesa; tuttavia ho l’impressione che nella prossima stagione sarò senza panchina. Mi accontenterò di andare a pescare.”

Domenico Geria
Collaboratore di ReggioNelPallone.it

Ultime News

Reggina, a centrocampo solo risposte positive
Reggina

Reggina, a centrocampo solo risposte positive

10/12/2018 | A cura di Filippo Mazzù
Avevamo individuato in Ciccio Salandria (LEGGI QUI) l’uomo capace di cambiare volto a questa Reggina. A giudicare dal match giocato a Lentini non siamo andati esattamente fuori strada. Tanto cuore, tanta corsa. E quel...
Reggina-Cavese, parte la prevendita
Reggina

Reggina-Cavese, parte la prevendita

10/12/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Tre giorni dopo si scende di nuovo in campo. La Reggina ospita la Cavese a distanza di due anni e mezzo dall’ultima volta. Ecco le informazioni per acquistare i biglietti relativi alla gara: La Reggina 1914 comunica che è...
Reggina, l’ascesa di Seminara
Reggina

Reggina, l’ascesa di Seminara

10/12/2018 | A cura di Filippo Mazzù
E’ entrato in punta di piedi, accettando qualunque decisione. Mai una parola di troppo. Mai appariscente. Davide Seminara preferisce andare dritto al sodo. Far parlare il campo. I fatti. Dopo una prima parte di stagione ai...
Reggina, i calci piazzati sono una risorsa
Reggina

Reggina, i calci piazzati sono una risorsa

10/12/2018 | A cura di Filippo Mazzù
“Il 70% dei gol, nel calcio moderno, arrivano su situazioni determinate da calci piazzati”. Così Diego Conson spiegava, in una gara senza sussulti come quella con la Paganese, che per togliere le castagne dal fuoco...
Reggina, le scelte di Cevoli pagano
Senza categoria

Reggina, le scelte di Cevoli pagano

10/12/2018 | A cura di Filippo Mazzù
Dall’Inferno ad un passo dai play-off. Tutto in 180 minuti. E’ il bello del calcio. La Reggina rialza la testa, tira fuori il carattere e dimostra personalità. Dopo la rocambolesca rimonta di una settimana fa, gli...