breaking news

Villese-Cittanovese 0-1, tabellino e commento

18/10/2014 18:07 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it

villesercmedtsaluti-

La capolista espugna il Santoro nonostante l’uomo in meno, per i neroverdi è la seconda sconfitta di fila

 

 

VILLESE-CITTANOVESE 0-1

Villese (4-4-2): Cambareri 6,5; Barresi 5,5 (37’st Bentivoglio s.v.), Alampi 6,5, Bevilacqua 6, Scappatura 6,5; Gazzetta 6 (44’st Nocera s.v.), Aquilino 5,5 (19’st Romano 6), De Maio 6, Bonadio 6,5; Iannone 6, Chirico 6. A disposizione: Grillo, De Franco, Crea, Maisano. Allenatore: Leonardis.

Cittanovese (4-4-2): D’Agostino 6; Pasqualino 6,5, Varrà 6, Nucera 5,5, Rizzo 6,5 (39’st Tettè s.v.); Velletri 6, Cundari 6,5, Lombardo 7, Napoli 6,5 (27’st Pancano s.v.); Papaleo 7 (11’st Giovinazzo 6,5), Saffioti 6,5.  A disposizione: Scardino, Siclari, Lorretti, Canfora. Allenatore: Giovinazzo 7.

Arbitro: Sicilia di Cosenza (Gaetano di Lamezia Terme e Ferracina di Catanzaro).

Marcatori: 2’st Papaleo (C).

Note – Spettatori 300 circa. Ammoniti: Aquilino (V), Lombardo (C), Pasqualino (C), Scappatura (V). Espulso al 5’st Nucera per fallo da ultimo uomo. Recupero: 2’pt, 4’st. Calci d’angolo: 3-7.

Villa San Giovanni. Una Cittanovese sorniona, solida e compatta raccoglie consensi e strappa tre punti ad una buona Villese. La capolista non vuole arrestare la propria marcia e miete la terza vittima consecutiva. Una partita piacevole, nel segno della sportività. Il gran caldo non ha particolarmente influito sui ritmi di gioco, piuttosto alti e con continui capovolgimenti di fronte. La gara si apre con un buon colpo di testa di Varrà che, sugli sviluppi di un corner di Lombardo, non inquadra lo specchio della porta. La Villese risponde con la deviazione in area di rigore di De Maio in seguito ad una buona manovra palla a terra che fa gridare per un attimo al gol I numerosi spettatori oggiAggiungi un appuntamento per oggi presenti al “Santoro”. Al minuto 15 buona conclusione di Napoli, con la sfera che finisce di poco a lato. Quattro minuti più tardi è il turno di Cundari, ma il suo tiro lambisce il palo e termina fuori.  La Cittanovese preme alla ricerca del gol del vantaggio. Al 23’ azione convulsa in area Villese: Cambareri manca l’uscita, la palla viene raccolta da Cundari che calcia di prima intenzione, un difensore nero verde salva sulla linea e il tiro successivo di Papaleo viene respinto da un provvidenziale intervento del pipelet locale che riscatta l’errore commesso in precedenza. L’undici di mister Leonardis gioca di rimessa e proprio in occasione di un coast to coast Chirico, al 31’, spreca una colossale palla-gol, chiudendo troppo la traiettoria del tiro da buona posizione. Al rientro negli spogliatoi il risultato è inchiodato sul punteggio di 0-0.


Nemmeno il tempo di riposizionarsi in campo e Papaleo sfrutta un assist al bacio di Lombardo per battere Cambareri sul suo palo. Una doccia fredda per i padroni di casa, che nonostante tutto, non avevano demeritato nella prima frazione di gioco. Al minuto 5 un’ingenuità di Nucera sembra però incanalare il match dei neroverdi verso la giusta via. Il difensore giallorosso tocca, seppur involontariamente, la sfera con il braccio. Per il direttore di gara si tratta di espulsione e punizione dal limite. Dal seguente calcio piazzato, però, nulla di concreto. Al 9’ ennesima occasione sciupata dai locali: chirurgico il filtrate di Iannone per Aquilino che a tu per tu con D’Agostino cerca di superarlo con uno scavetto, ma la palla si infrange sull’estremo difensore ospite, l’azione continua ma il colpo di testa, su cross dalla destra, di Chirico manca la porta per una questione di centimetri. La Villese si riversa completamente nella metà campo avversaria e si aprono ampie praterie per Saffioti e compagni. E’ Cambareri a tenere a galla i suoi in più di una circostanza. Cittanovese che porta a casa i tre punti e che rimane virtualmente al comando della classifica, in attesa di conoscere i risultati del Soriano, con due partite in meno.


Filippo Mazzù-reggionelpallone.it

Redazione ReggioNelPallone.it
Testata giornalistica online Aut. Trib. di Reggio Calabria n. 11/2010 Il calcio e lo Sport nella Provincia di Reggio Calabria.

Ultime News

Serie D Girone I, 2^ giornata: risultati e classifica
Dilettanti

Serie D Girone I, 2^ giornata: risultati e classifica

28/09/2022 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
SERIE D, GIRONE I – 2^ giornata (28/09/2022, 15:00) Canicattì-Acireale 2-0 Castrovillari-Lamezia Terme 1-2 Catania-San Luca 2-1 Città di Sant’Agata-Real Aversa 1-2 Cittanova-Sancataldese 0-1 Locri-Trapani rinviata per...
Coppa Italia, la Reggiomediterranea travolge il Bocale e ipoteca i quarti
Dilettanti

Coppa Italia, la Reggiomediterranea travolge il Bocale e ipoteca i quarti

28/09/2022 | A cura di Domenico Geria
Dal sito ufficiale del Bocale Calcio ADMO Cinque schiaffoni che fanno male. E che fanno rumore. Il Bocale ADMO esce a pezzi dalla gara di andata di Coppa Italia in casa della Reggiomediterranea, incassando un umiliante 5-0 senza...
Coppa Italia Dilettanti, i risultati dell’andata degli Ottavi di finale
Dilettanti

Coppa Italia Dilettanti, i risultati dell’andata degli Ottavi di finale

28/09/2022 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
COPPA ITALIA DILETTANTI – Ottavi di finale Andata (28/09/2022, ore 15) Rossanese-Morrone 1-4 Rende-Digiesse Praiatortora 3-0 Villaggio Europa Rende-Promosport 3-3 Isola Capo Rizzuto-Sersale 1-3 Vigor...
Sport in lutto per la morte di Bruno Bolchi: il messaggio della Reggina
Reggina

Sport in lutto per la morte di Bruno Bolchi: il messaggio della Reggina

28/09/2022 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Felice Saladini, Marcello Cardona e tutta la Reggina, esprimono il proprio profondo cordoglio per la scomparsa di Bruno Bolchi, amatissimo e indimenticabile tecnico che nel 1999 portò i colori amaranto per la prima volta nella...
Addio a Bruno Bolchi, artefice della prima promozione in serie A della Reggina
Reggina

Addio a Bruno Bolchi, artefice della prima promozione in serie A della Reggina

28/09/2022 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Bruno Bolchi è  morto ieri in tarda serata a Firenze, all’età di 82 anni. Ricoverato a Villa Donatello, dopo che negli ultimi giorni le sue condizioni di salute si erano aggravate. Bolchi lega indissolubilmente il suo nome...