breaking news

Aurora Reggio-Locri 0-0, tabellino e commento

18/10/2014 18:16 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it

auroralocri

Pareggio giusto al Longhi Bovetto di Croce Valanidi, tra due squadre che si confermano in ottima salute

 

 

AURORA REGGIO-LOCRI 0-0

Aurora: Chilà, Fresca, Antonio Vazzana (dal 39′ st. Creaco) , Livio Vazzana, Caricato, Cormaci, Gattuso, Favasuli, Ficara, Crucitti, Cangeri (dal 35′ st Del Popolo). A disposizione: Veltre, Federico, Mallamo, La Rocca, Callea.Allenatore:Minniti-Ferri.

Locri: Cotroneo, Libri D., Oppedisano, Carbone, Maviglia, Romeo, Vita (dal 32′ st De Leo), Morabito, Futia (dal 49′ st. Siciliano), Albanese, Pipicella F. (dal 45′ st. Pipicella G.). A disposizione: Mandarano, Denaro, Cavaleri, Scattarreggia.Allenatore:Silvano.

Arbitro: Paradiso di Lamezia Terme (Maragò di Vibo Valentia e Guerriero di Catanzaro).

Note- pomeriggio caldo e soleggiato. Presenti circa trecento spettatori, con folta rappresentanza ospite. Ammoniti: Livio Vazzana (A), Crucitti (A), Maviglia (L), Morabito (L). Calci d’angolo: 3-9. Recupero: 0′ pt.; 5′ st.

CROCE VALANIDI- Pareggio sostanzialmente giusto quello maturato al “Longhi-Bovetto” tra Aurora e Locri, attuali vicecapoliste del girone, in attesa dei risultati di domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani.Gli amaranto di mister Silvano han dimostrato un’ottima intelaiatura di gioco, notevole vigoria atletica, ed una volontà ammirevole nel cercare a tutti i costi la vittoria, anche per ripagare gli sforzi profusi dai numerosissimi supporters giunti a Reggio Calabria, pronti ,tuttavia, a tributare scroscianti applausi ai propri beniamini sotto la tribuna, al termine delle ostilità.Ottima prova, peraltro, fornita dalla “matricola terribile” del presidente Del Popolo, al quinto risultato utile consecutivo, impreziosita dalla performance superba di tutti gli elementi, con Ficara e Caricato di una spanna superiori.


Durante i primi 45′ gli jonici esprimono maggior determinazione ed aggressività su ogni palla, sfiorando la rete in alcune circostanze; Vita al 7′ tenta l’eurogol, ma il pallonetto da fuori area termina poco alto sulla traversa, mentre tre minuti dopo Futia, su azione d’angolo, colpisce a botta sicura, trovando sulla sua strada un reattivo Chilà, prodigioso nella respinta.Gli ospiti impensieriscono ancora la retroguardia reggina al 24′, allorquando sempre il numero 9 amaranto arpiona nel cuore dell’area di rigore un invitante pallone, sprecando malamente anche per effetto della provvidenziale deviazione targata Caricato. Ficara dà la scossa ai bianco-blù reggini al 36′, grazie ad una pregevole progressione lungo la fascia sinistra, condita da diversi dribbling ad ubriacare gli avversari, ma conclusa in modo maldestro: tiro abbondantemente a lato.Il team di Spadaro, comunque, mette i brividi a Vazzana e compagni per effetto della percussione di Morabito che, una volta accentratosi, da posizione invitante spara tra le braccia di Chilà ( 37′ ).


Aurora decisamente più in palla nella ripresa, dopo appena 2′ micidiale scambio Favasuli-Cangeri, ed il tiro del numero 11 reggino trova la straordinaria risposta di Cotroneo in angolo; ulteriore assolo targato Cormaci al 9′, ad aggredire per vie centrali, per poi smistare sulla destra all’accorrente Ficara che, decentrandosi un po’ troppo, finisce per calciare sull’esterno della rete. Le due ultime emozioni della gara vedono ,tuttavia, ergersi i portieri a protagonisti assoluti, dapprima Chilà si oppone alla grande  nel cuore dell’area al tiro di Albanese, pescato millimetricamente da Carbone, mentre nell’ultimo dei 5′ di extra-time accordati dal sig.Paradiso, Cotroneo toglie da sotto la traversa il pallone calciato al volo, gran bel gesto tecnico, da Ficara, a negare una marcatura stilisticamente apprezzabilissima, ma che comunque non avrebbe rispecchiato gli autentici valori espressi in campo dai ventidue contendenti.

Pasquale Imbalzano-reggionelpallone.it

* foto in alto: Nicolino D’Ascoli-responsabile comunicazione Aurora

Redazione ReggioNelPallone.it
Testata giornalistica online Aut. Trib. di Reggio Calabria n. 11/2010 Il calcio e lo Sport nella Provincia di Reggio Calabria.

Ultime News

Serie D Girone I, 2^ giornata: risultati e classifica
Dilettanti

Serie D Girone I, 2^ giornata: risultati e classifica

28/09/2022 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
SERIE D, GIRONE I – 2^ giornata (28/09/2022, 15:00) Canicattì-Acireale 2-0 Castrovillari-Lamezia Terme 1-2 Catania-San Luca 2-1 Città di Sant’Agata-Real Aversa 1-2 Cittanova-Sancataldese 0-1 Locri-Trapani rinviata per...
Coppa Italia, la Reggiomediterranea travolge il Bocale e ipoteca i quarti
Dilettanti

Coppa Italia, la Reggiomediterranea travolge il Bocale e ipoteca i quarti

28/09/2022 | A cura di Domenico Geria
Dal sito ufficiale del Bocale Calcio ADMO Cinque schiaffoni che fanno male. E che fanno rumore. Il Bocale ADMO esce a pezzi dalla gara di andata di Coppa Italia in casa della Reggiomediterranea, incassando un umiliante 5-0 senza...
Coppa Italia Dilettanti, i risultati dell’andata degli Ottavi di finale
Dilettanti

Coppa Italia Dilettanti, i risultati dell’andata degli Ottavi di finale

28/09/2022 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
COPPA ITALIA DILETTANTI – Ottavi di finale Andata (28/09/2022, ore 15) Rossanese-Morrone 1-4 Rende-Digiesse Praiatortora 3-0 Villaggio Europa Rende-Promosport 3-3 Isola Capo Rizzuto-Sersale 1-3 Vigor...
Sport in lutto per la morte di Bruno Bolchi: il messaggio della Reggina
Reggina

Sport in lutto per la morte di Bruno Bolchi: il messaggio della Reggina

28/09/2022 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Felice Saladini, Marcello Cardona e tutta la Reggina, esprimono il proprio profondo cordoglio per la scomparsa di Bruno Bolchi, amatissimo e indimenticabile tecnico che nel 1999 portò i colori amaranto per la prima volta nella...
Addio a Bruno Bolchi, artefice della prima promozione in serie A della Reggina
Reggina

Addio a Bruno Bolchi, artefice della prima promozione in serie A della Reggina

28/09/2022 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Bruno Bolchi è  morto ieri in tarda serata a Firenze, all’età di 82 anni. Ricoverato a Villa Donatello, dopo che negli ultimi giorni le sue condizioni di salute si erano aggravate. Bolchi lega indissolubilmente il suo nome...