breaking news

Tedesco a RNP – “Io, Cozza e Mozart: tornati perchè amiamo la Reggina “

11/09/2014 13:36 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it

Un cervello sapiente, un indemoniato rubapalloni, un artista del pallone, capace di lampi illuminanti. Mozart, Tedesco e Cozza hanno rappresentato (nel migliore dei modi) parte di quel mondo oggi cosi lontano, che vedeva i colori amaranto brillare nella massima serie. Se l’amore puro e sincero si vede nel momento delle difficoltà, non c’è bisogno di ulteriori dimostrazioni. Tra Prima Squadra e Berretti, i tre ex giocatori sono tornati dall’amata, alle prese con una fase più che complicata. Giacomo Tedesco allena la speranza del domani, ovvero un gruppo di giovani che potrà essere la base dalla quale ripartire…: “La chiamata di Foti mi ha sorpreso e inorgoglito, ho detto subito si al patron amaranto senza pensarci un attimo. Reggio Calabria è la mia seconda città, la Reggina una società alla quale tengo tantissimo. Sono tornato per mettere la mia esperienza al servizio dei più giovani, voglio aiutarli a crescere e diventare giocatori importanti per questa squadra“. Il momento (causa le difficoltà economiche) per i giovani cresciuti al S.Agata è più che propizio, mai come in questi anni c’ è stato cosi tanto spazio per mettersi in mostra. Possibilità, secondo Tedesco, da afferrare con le unghie: “Lo ripeto sempre ai ragazzi della Berretti. ‘Siete arrivati sin qui con bravura e fortuna, adesso mancano solo 20 metri per calcare il campo numero 1, quello della Prima Squadra. La distanza è breve ma ci si arriverà solo dimostrando voglia, attaccamento e disponibilità al sacrificio‘. Queste prime settimane mi sono servite per capire che ho a disposizione un gruppo con diversi giocatori interessanti, tutti vogliosi di crescere e mettersi in mostra “.

 

Il percorso sino al campo numero 1 è lo stesso che spera di fare anche Tedesco, senza fretta ma con la giusta ambizione: “Ovviamente spero un giorno di diventare allenatore professionista di una Prima Squadra, magari alla Reggina. Per il momento mi trovo bene con i ragazzi, voglio crescere e imparare assieme a loro. Vivo con passione e determinazione il mio percorso, poi in futuro si vedrà se sarò all’altezza di allenare una Prima Squadra”. Cozza e Mozart seguono con attenzione ‘la meglio gioventù’ amaranto, l’occhio potrebbe scrutare qualche talento già pronto al grande salto: “C’è piena collaborazione con loro, ci scambiamo informazioni quotidianamente. Siamo tornati tutti insieme alla Reggina, evidentemente Foti apprezza le nostre qualità e il carisma che trasmettevamo dentro e fuori dal campo. Cozza vuole sapere se c’è qualche ragazzo pronto per la Prima Squadra, magari con il passare dei mesi qualcuno passerà con loro. Deve essere questo ‘fuoco sacro’ ad animare i più giovani”.

 

Con un pizzico di malinconia in un mare di passione, dopo sette anni il derby dello Stretto domani tornerà a vivere. Tedesco è uno dei protagonisti dell’ultimo confronto diretto, conclusosi con una ‘B’ gigante srotolata dai tifosi amaranto come ‘dolce saluto’ ai cugini prossimi alla retrocessione: “Dispiace vederle in serie C dopo quelle sfide in serie A. Ricordo un pò di tensione nel primo tempo dell’ultimo derby, poi nella ripresa ci scrollammo di dosso la paura e vincemmo nettamente per 3 a 0. Domani le due squadre si daranno battaglia, mi auguro che sia una festa dello sport, senza alcun problema tra le tifoserie. Il balletto di date? Preferisco non commentare, l’importante è che si giochi, perchè è quello che importa alla gente. E spero che la Reggina riesca a trovare la vittoria in una gara cosi importante“. Per Di Michele e compagni sarebbe il bis dopo la trasferta vittoriosa sul campo della Paganese, Tedesco plaude alle capacità di Cozza: “E’ stato bravo a creare un gruppo solido, l’esultanza della settimana scorsa ne è la testimonianza. Dopo anni difficili c’è la voglia di riscattarsi, i giocatori stanno interpretando al meglio questo sentimento di riscatto. Il campionato però è lungo e difficile, ci sarà da battagliare ogni settimana. Il girone C di Lega Pro credo sia al livello se non più difficile della serie B, sono diverse le formazioni di valore”. Chiarissimo il pensiero di Tedesco riguardo l’obiettivo stagionale della formazione Berretti, il cui campionato è prossimo al via: “Non ci interessa la posizione in classifica, ma solo la crescita dei ragazzi. Fornire alla Prima Squadra giocatori pronti a rappresentare il futuro della Reggina, è questa la mia missione”.

 

pa.rom. – rnp

 

tedescogiacomorcpescara

Redazione ReggioNelPallone.it
Testata giornalistica online Aut. Trib. di Reggio Calabria n. 11/2010 Il calcio e lo Sport nella Provincia di Reggio Calabria.

Ultime News

Serie D Girone I, 2^ giornata: risultati e classifica
Dilettanti

Serie D Girone I, 2^ giornata: risultati e classifica

28/09/2022 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
SERIE D, GIRONE I – 2^ giornata (28/09/2022, 15:00) Canicattì-Acireale 2-0 Castrovillari-Lamezia Terme 1-2 Catania-San Luca 2-1 Città di Sant’Agata-Real Aversa 1-2 Cittanova-Sancataldese 0-1 Locri-Trapani rinviata per...
Coppa Italia, la Reggiomediterranea travolge il Bocale e ipoteca i quarti
Dilettanti

Coppa Italia, la Reggiomediterranea travolge il Bocale e ipoteca i quarti

28/09/2022 | A cura di Domenico Geria
Dal sito ufficiale del Bocale Calcio ADMO Cinque schiaffoni che fanno male. E che fanno rumore. Il Bocale ADMO esce a pezzi dalla gara di andata di Coppa Italia in casa della Reggiomediterranea, incassando un umiliante 5-0 senza...
Coppa Italia Dilettanti, i risultati dell’andata degli Ottavi di finale
Dilettanti

Coppa Italia Dilettanti, i risultati dell’andata degli Ottavi di finale

28/09/2022 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
COPPA ITALIA DILETTANTI – Ottavi di finale Andata (28/09/2022, ore 15) Rossanese-Morrone 1-4 Rende-Digiesse Praiatortora 3-0 Villaggio Europa Rende-Promosport 3-3 Isola Capo Rizzuto-Sersale 1-3 Vigor...
Sport in lutto per la morte di Bruno Bolchi: il messaggio della Reggina
Reggina

Sport in lutto per la morte di Bruno Bolchi: il messaggio della Reggina

28/09/2022 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Felice Saladini, Marcello Cardona e tutta la Reggina, esprimono il proprio profondo cordoglio per la scomparsa di Bruno Bolchi, amatissimo e indimenticabile tecnico che nel 1999 portò i colori amaranto per la prima volta nella...
Addio a Bruno Bolchi, artefice della prima promozione in serie A della Reggina
Reggina

Addio a Bruno Bolchi, artefice della prima promozione in serie A della Reggina

28/09/2022 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Bruno Bolchi è  morto ieri in tarda serata a Firenze, all’età di 82 anni. Ricoverato a Villa Donatello, dopo che negli ultimi giorni le sue condizioni di salute si erano aggravate. Bolchi lega indissolubilmente il suo nome...