breaking news

Coronavirus, Ghirelli: ”Danni per almeno 84 milioni e 3000 società a rischio. E nella prossima stagione…”

Coronavirus, Ghirelli: ”Danni per almeno 84 milioni e 3000 società a rischio. E nella prossima stagione…”
Lega Pro
06/04/2020 19:01 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Il numero uno della Serie C ha annunciato che ''i danni veri saranno nella stagione 2020/21''

A ”La Domenica Sportiva’‘, il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, è intervenuto circa la situazione attuale in cui versa la terza serie del calcio italiano, parlando dell’Assemblea dei club svoltasi il 3 aprile, dei rischi nel dilettantismo, dei danni economici dei club e non solo. Di seguito, le sue parole (riportate dai colleghi di TMW)

La prima partita interrotta è stata Piacenza-Sambenedettese, il 21 febbraio. La notte tra 21 e 22 ho telefonato ai presidenti delle squadre di Veneto e Lombardia, dicendo loro di stare a casa che non si poteva giocare. Abbiamo messo la salute al primo posto. Due giorni fa ho svolto un’assemblea drammaticamente emozionante con tutti i miei 60 club. Cesare Fogliazza, presidente della Pergolettese, si trova nel comune in cui c’è il massimo numero di morti in Italia, ha perso il nipote di 37 anni e il medico sociale. Giuseppe Pasini, presidente della Feralpi, sta nella provincia di Brescia, dove c’è il massimo numero di morti. Ci siamo quasi messi a piangere in assemblea, e quando parlo con loro di riaprire il calcio faccio una fatica tremenda. La sera Cesare mi ha telefonato dicendomi che quell’assemblea gli aveva dato la forza di ricominciare: è il più bel riconoscimento della mia vita, e l’ho ringraziato”.

”C’erano presidenti che mi chiedevano di restituire le fideiussioni. Manca la liquidità: questo impianto sociale, quest’esperienza unica, rischia di perdere continuità aziendale. Rischia di esserci una falcidia totale, hanno bisogno di interventi oggi e non domani. Il lavoro di Spadafora, assieme a Gravina, è stato eccezionale. Dobbiamo mettere un tetto, per evitare che al prossimo temporale crolli tutto. Servono sacrifici, grandi sacrifici insieme, per rimettere tutto insieme. A volte bisogna fermarci, stare zitti, e sentire il dolore della gente. I danni veri saranno nel 2020/21, come si fa ad andare allo stadio? Lì c’è gente che esulta, scalpita per un gol, mi urla nell’orecchio ma non ha la mascherina. Oltre la sicurezza tradizionale, quella per l’ordine pubblico, bisogna averne altra per la sanità, per la gente. Il calcio deve parlare questo linguaggio, altrimenti il più grande gioco popolare fa la fine del Colosseo. Solo che nei nostri stadi non ci andranno più nemmeno i turisti…“.

Alla domanda cosa si può fare per risolvere questi continui problemi economici, Ghirelli risponde: “La prima cosa da fare oggi è risolvere la questione della salute. Non dobbiamo guardare dal buco della serratura, quando parliamo di taglio dei costi eccetera, chi affronta le questioni con lo stesso piglio di allora sbaglia. Noi oggi abbiamo gli stadi vuoti, questo è il punto dal quale ripartire. Abbiamo formato un comitato di crisi dal 9 marzo, i miei dirigenti lavorano senza fermarsi mai, per essere di supporto e vedere come fare. Nella migliore situazione abbiamo un danno di 20 milioni, ma credo che sarà almeno di 84. Ed è uno scenario conservativo”.

”Che dobbiamo fare, tagliare i costi noi? In queste situazioni ho cambiato il mio carattere. Mi dicevano che avevo un caratteraccio, ma ora sto attento. Ognuno sopra di noi ha una domanda terribile: ce la faremo noi e i nostri cari? Questo è il problema che hanno i miei presidenti e devo capirlo. Non c’è bisogno di urla, e se ci sono devo rispettarle. Sono problemi seri. Se un presidente deve scegliere, tra azienda e calcio scende l’azienda. Ecco perché il calcio si presenta fragilissimo, dobbiamo stare insieme per superare i crateri creati dal virus. Sotto di noi abbiamo un altro mondo immenso, la Serie D, che rischia di saltare. Si parla di 3000 società a rischio. Per noi, per reggere l’urto, la cassa integrazione è vitale. Almeno fino a novembre, poi faremo interventi nostri in sussidarietà, taglio dei costi. Stiamo lavorando su un piano strategico che risolva questi problemi posti“.

Redazione ReggioNelPallone.it
Testata giornalistica online Aut. Trib. di Reggio Calabria n. 11/2010 Il calcio e lo Sport nella Provincia di Reggio Calabria.

Ultime News

Accadde oggi: Bergamo 2003, indimentic”A”bile…
Reggina

Accadde oggi: Bergamo 2003, indimentic”A”bile…

02/06/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Stadio Atleti Azzurri d’Italia, 2 giugno 2003. Stavolta a Bergamo non piove, stavolta si gioca. Dopo il rinvio della sera precedente, dovuto alla grandinata abbattutasi sulla città bergamasca, Atalanta e Reggina si...
[VIDEO] Accadde oggi: Balistreri all’86’ e Messina in D, lo Stretto è (ancora) amaranto…
Reggina

[VIDEO] Accadde oggi: Balistreri all’86’ e Messina in D, lo Stretto è (ancora) amaranto…

30/05/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
“E’ la storia, non colui che la racconta“. Per ricordare ciò che successe il 30 maggio di un anno fa, prendiamo in prestito la celebre frase di uno dei più grandi scrittori e sceneggiatori della storia...
Taibi a RNP: “Serie B, aspettiamo con enorme fiducia. Toscano? E’ inamovibile”
Reggina

Taibi a RNP: “Serie B, aspettiamo con enorme fiducia. Toscano? E’ inamovibile”

30/05/2020 | A cura di Ferdinando Ielasi
Il countdown è cominciato. Poco più di una settimana, in attesa di un urlo liberatorio che dovrebbe rivedere i colori amaranto nuovamente in serie cadetta a distanza di sei anni. Reggio e la Reggina aspettano la B, ed in tal...
Reggina, stamane l’incontro con l’Amministrazione Comunale: si lavora per il futuro
Reggina

Reggina, stamane l’incontro con l’Amministrazione Comunale: si lavora per il futuro

29/05/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
In attesa di conoscere il proprio destino, che con molta probabilità la vedrà disputare il prossimo campionato di Serie B, la Reggina di Luca Gallo ha già iniziato a lavorare in ottica futuro, sia sotto l’aspetto...
Reggina, ufficiale: alla dottoressa Federica Scipioni il ruolo di amministratore delegato del club
Reggina

Reggina, ufficiale: alla dottoressa Federica Scipioni il ruolo di amministratore delegato del club

28/05/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Attraverso il seguente comunicato stampa, la Reggina 1914 ha annunciato di aver affidato il ruolo di amministratore delegato a Federica Scipioni, già all’interno della società amaranto dal gennaio dello scorso anno....