breaking news

A tu per tu con…Alessandro Lucarelli

A tu per tu con…Alessandro Lucarelli
Reggina
08/10/2019 00:00 | A cura di Ferdinando Ielasi
L'ex capitano amaranto a RNP: "Reggio nel cuore, per vincere la C bisogna essere bravi a superare i momenti bui".

Capitano di una salvezza impossibile a Reggio, capitano della rinascita a Parma. Alessandro Lucarelli, attuale club manager dei ducali, è l’ospite della nostra rubrica di mezzanotte..

Amatissimo ex a Reggio, uomo simbolo a Parma. Non è da tutti lasciare un’impronta così forte…

Questo non mi può che rendere felice ed orgoglioso. Al di là di quello che riesci a dare da calciatore, la vera vittoria è quando la gente che ti ha visto all’opera ti apprezza e ti stima come uomo.

Che ne pensi della rinascita della Reggina?

Il popolo amaranto in questi ultimi anni ha sofferto tanto, troppo. Era ora che la Reggina tornasse ad essere protagonista. Complimenti al Presidente Gallo, che agli esordi nel mondo del calcio ha subito fatto investimenti importanti, e non mi riferisco solo alla squadra, ma anche al centro sportivo Sant’Agata, alla sede ed al progetto riguardante lo stadio. Sono felice per Reggio, l’amaranto mi è rimasto nel cuore ed anche se da lontano seguo sempre le vicende di una squadra ed una città che mi hanno dato tanto, e meritano di tornare dove le avevo lasciate io…

Torniamo a quell’impresa del 2006/2007. La prima vittoria, in Coppa a Crotone, porta la tua firma…

Ricordo ancora l’esultanza rabbiosa dopo che segnai il gol decisivo. La mattina era arrivata la notizia della penalizzazione, Mazzarri ci chiamo e ci disse che ci saremmo salvati egualmente, ma chi non se la sentiva poteva andarsene quel giorno stesso.

Anche la prima vittoria in campionato, col Cagliari, vede il gol di Lucarelli.

Si, io sbloccai il risultato e Bianchi ci diede la vittoria a tempo scaduto. Eravamo reduci dalla sconfitta di Palermo, gara che comunque giocammo alla grande soprattutto nel secondo tempo. Tutti si chiedevano quali sarebbero state le altre due retrocesse, visto che la Reggina la consideravano già spacciata. Ed invece, sappiamo tutti come andò a finire…

Venendo al presente, tu la serie C l’hai vinta col Parma, anche se in un altro girone. Quale è il segreto per arrivare in fondo?

I miei ultimi anni da calciatore sono coincisi con la vittoria di tre campionati di fila, ma quello di serie C è stato indubbiamente il più difficile. La C è massacrante, specie quando hai favori del pronostico e la gente storce il naso di fronte a due pareggi di fila o ad una sconfitta. Devi essere bravo a superare i momenti bui, ad arrivare allo sprint finale al massimo delle energie fisiche, tecniche e nervose.

Il tuo ruolo di club manager a Parma, è un punto di arrivo o di partenza?

Considero Parma un punto di arrivo, vorrei restare qui per tutta la mia carriera da dirigente: è da ormai dodici anni che vivo in questa città, ci ho portato anche la mia famiglia e con la gente si è instaurato un feeling meraviglioso. Continuo a studiare come dirigente e ad ampliare i miei orizzonti, magari in un futuro mi piacerebbe cambiare anche ruolo.

Ferdinando Ielasi
Giornalista pubblicista, Direttore Responsabile di Rnp. Già collaboratore di Calabria Ora, da settembre 2014 conduce Tutti figli di Pianca su Radio Touring 104.

Ultime News

Ex amaranto: il Cesena esonera Modesto e pensa a Cevoli…
Reggina

Ex amaranto: il Cesena esonera Modesto e pensa a Cevoli…

27/01/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
La brutta sconfitta di Trieste (4-1 il punteggio finale) è costata la panchina a Ciccio Modesto, esterno sinistro della Reggina negli anni d’oro della serie A. Modesto era stato scelto dal club romagnolo, fresco di ritorno...
Serie C, il girone A: Monza show, + 15! Pari e rimpianti per l’ex Reggina Gregucci
Lega Pro

Serie C, il girone A: Monza show, + 15! Pari e rimpianti per l’ex Reggina Gregucci

27/01/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Si tinge sempre più di biancorosso, il girone A di serie C. Nella sfida tra ex Milan Brocchi-Gilardino, la capolista Monza vince anche in casa della Pro Vercelli, portandosi addirittura a +15 dal Pontedera, reduce dall’1-1...
Prima Categoria D, la classifica marcatori: corsa a tre…
Dilettanti

Prima Categoria D, la classifica marcatori: corsa a tre…

27/01/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Tre bomber, per un totale di 45 gol. A comandare la classifica del girone D adesso ci sono Ciccio Marino (tripletta in Borgo-San Roberto Fiumara), Antonio Carbone (doppietta in Deliese Bianco) e Salvatore Modafferi (doppietta in...
Reggina, il migliore di RNP: Denis bomber-guerriero
Reggina

Reggina, il migliore di RNP: Denis bomber-guerriero

27/01/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Tre gol in tre partite, per un calciatore che con la serie C c’entra poco o nulla. Nè Antenucci né Corazza, nella supersfida tra Reggina e Bari a mettere il sigillo del bomber è stato German Denis: una torsione...
Prima Categoria A, B e C: ok Villaggio Europa e Parghelia, cade lo Scandale
Dilettanti

Prima Categoria A, B e C: ok Villaggio Europa e Parghelia, cade lo Scandale

27/01/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Il Villaggio Europa si conferma squadra dominatrice del girone A di Prima Categoria, rifilando un sonoro poker al Sillanun Mangon nel big match. Dietro la capolista resiste la New Academy, corsara sul campo del Real Montalto....