breaking news

A tu per tu con…Giuseppe Praticò

A tu per tu con…Giuseppe Praticò
Reggina
12/09/2019 00:07 | A cura di Ferdinando Ielasi
L'ex dirigente amaranto a RNP: "Per la Reggina abbiamo dato tutto, adesso la vivo nuovamente con l'emozione di un tifoso. A Bari non firmerei per un pareggio".

Dirigente per quattro anni, tifoso da una vita. Giuseppe Praticò è l’ospite della rubrica versione “mezzanotte e dintorni” di ReggioNelPallone.

Dopo quattro anni vissuti come dirigente, come vivi adesso la Reggina?

Con l’intensità e le emozioni di un tifoso da sempre innamorato della propria città. Ho visto tutte e tre le partite di questo campionato, ho gioito per le belle prestazioni offerte dalla squadra. Vivere la Reggina è sempre un’emozione, anche se lo fai da tifoso innamorato: certo, c’è decisamente meno stress rispetto al viverla da dirigente… (sorride, ndr).

Nostalgia del ruolo che hai ricoperto dal 2015 allo scorso dicembre?

Ti sono sincero, no. Io e mio padre abbiamo già intrapreso nuove strade, da lavoratori instancabili quali siamo sempre stati, stiamo già vivendo nuove avventure. La nostalgia è per chi ha rimpianti, per chi sa di non aver fatto il massimo: noi per Reggio e la Reggina abbiamo dato tutto, forse anche più di quello che potevamo dare.  L’aver fatto ripartire il calcio in un momento difficilissimo lo considero un qualcosa di storico.

Questa Reggina ha le carte in regola per vincere il campionato?

Certo. E’ una squadra forte, completa e di grande fisicità, costruita su misura per un ottimo tecnico come Mimmo Toscano. Sono stati fatti investimenti importanti, chi vuole arrivare primo adesso non deve neanche pensare al parco under, visto che da quest’anno sono cambiate le regole. Non ti nego che mi riempie di soddisfazione, il fatto che tra i pochissimi giovani presenti in rosa ci siano ragazzi come Lofaro e Nemia, lanciati sotto la nostra gestione.

Da tifoso amaranto, firmeresti per un pareggio a Bari?

No, non firmerei. Una grande squadra, e la Reggina come detto prima lo è, deve sempre puntare al massimo del risultato, anche su un campo importantissimo come quello di Bari. In ogni caso, spero di poter assistere alla partita dal vivo, sugli spalti del San Nicola…

La prima Reggina in serie C targata Praticò, senza quel black out tra novembre e gennaio, avrebbe potuto fare di più rispetto alla salvezza?

In quella squadra c’era qualche individualità importante, Bangu ad esempio non capisco come abbia fatto a non sfondare. Anche Porcino e De Francesco li considero calciatori di altissimo livello per la C. Ma secondo me la squadra che avrebbe potuto fare di più rispetto alla salvezza è quella successiva, con Maurizi in panchina.

Il momento più brutto ed il momento più bello che metti nell’album dei ricordi?

Il momento più brutto risale allo scorso dicembre, quando si è sfiorato lo sciopero dei calciatori con la Vibonese.  Una situazione paradossale, con un credito di circa 700mila euro bloccato in Lega: era la prima volta che ci trovavamo così in difficoltà nel pagamento degli stipendi, noi che in passato li abbiamo pagati anche con largo anticipo. Il momento più bello non saprei, ce ne sono davvero tanti, dal momento che per me rappresentano momenti importanti anche le vittorie di Palmi e Fondi. Mi porto dentro ogni istante di questi quattro anni, e di sicuro non dimentico gli applausi e le manifestazioni d’affetto ricevute dopo il passaggio di consegne. Ripeto, ciò che ci lega alla Reggina come dirigenti è un lungo, intenso atto d’amore…

 

Ferdinando Ielasi
Giornalista pubblicista, Direttore Responsabile di Rnp. Già collaboratore di Calabria Ora, da settembre 2014 conduce Tutti figli di Pianca su Radio Touring 104.

Ultime News

Reggina, Gallo: “Squadra di uomini veri, abituati a guadagnarsi i loro successi”
Reggina

Reggina, Gallo: “Squadra di uomini veri, abituati a guadagnarsi i loro successi”

17/09/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Prima l’orgoglio, poi un pensiero finale che si presta a più di una interpretazione e forse lascia trasparire il malcontento per la doppia topica arbitrale che di fatto ha condizionato il finale di Bari-Reggina. Questo, in...
Serie C girone C, la classifica marcatori: Castaldo e Tounkara su tutti, sale Corazza
Lega Pro

Serie C girone C, la classifica marcatori: Castaldo e Tounkara su tutti, sale Corazza

17/09/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Con i tre gol realizzati nella vittoria della Casertana sul Rieti, Luigi Castaldo comanda la classifica dei bomber assieme a Mamadou Tunkara della Viterbese, con quest’ultimo rimasto a secco sul terreno di gioco del...
Serie C Girone C, 4^ giornata: risultati e classifica dopo il posticipo
Reggina

Serie C Girone C, 4^ giornata: risultati e classifica dopo il posticipo

17/09/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Catanzaro chiude in vetta, la Reggina sale al sesto posto e rimane in vantaggio sul Bari. SERIE C GIRONE C – 4^ giornata (15/09/2019) Bari-Reggina 1-1 Bisceglie-Potenza 0-3 Casertana-Rieti 6-1 (14/09) Catania-Viterbese 1-0...
Bari-Reggina, Top&Flop: Bertoncini alza il muro, pubblico da Serie A, arbitraggio da rivedere
Lega Pro

Bari-Reggina, Top&Flop: Bertoncini alza il muro, pubblico da Serie A, arbitraggio da rivedere

16/09/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Né vincitori né vinti. Termina in pareggio la super sfida del ”San Nicola” tra Bari e Reggina, che chiudono sull’1-1 un match combattuto davanti ad oltre 15.000 spettatori. Le due squadre si concedono un tempo...
Le pagelle amaranto: Bertoncini da categoria superiore, Corazza ci ha preso gusto…
Reggina News

Le pagelle amaranto: Bertoncini da categoria superiore, Corazza ci ha preso gusto…

16/09/2019 | A cura di Ferdinando Ielasi
GUARNA 5.5-L’arbitro trasforma in calcio d’angolo una clamorosa carica ai suoi danni, ma sulla battuta del corner sbaglia il tempo dell’uscita. Da lì, perde in sicurezza. LOIACONO 6.5-Uscite difensive sempre...