breaking news

Debutto amaro per la Ludos Ravagnese, l’ottimo Gioiosa ringrazia capitan Angiò

Debutto amaro per la Ludos Ravagnese, l’ottimo Gioiosa ringrazia capitan Angiò
Dilettanti
07/09/2019 21:01 | A cura di Domenico Geria
Una rete di Angiò al 34' del primo tempo vale i tre punti per la compagine ionica, ai locali non basta l'uomo in più nell'ultima mezz'ora

PROMOZIONE GIRONE B – 1^ giornata

Ludos Ravagnese-Gioiosa Jonica 0-1

Croce Valanidi – Il ritorno in Promozione dopo 25 anni della Ludos Ravagnese inizia con una sconfitta di misura, maturata tuttavia contro il Gioiosa Jonica, squadra costruita per recitare un ruolo da protagonista in campionato e ambire alle posizioni di vertice.

Gara a senso unico nel primo tempo, dove i padroni di casa, orfani di Vigoroso, Ventura, Pangallo, Minniti e Scilipoti, e con Fava e il nuovo arrivato Puntoriere in panchina, soffrono la maggior intraprendenza della compagine ionica, trascinata dagli ottimi Artuso e Marco Albanese. Già al 1′ Angiò di testa, su corner di Artuso, manca il bersaglio; due minuti più tardi è lo stesso ex Gioiese e conquistare un pallone sulla trequarti e calciare rasoterra, impegnando Anishchenko in angolo. Al 19′ un intervento in gioco pericoloso di Cutrupi viene punito con la punizione a due in area di rigore: nell’esecuzione, tocco arretrato per Duarte che spara, palla oltre la traversa dopo una impercettibile deviazione della barriera (nell’immagine principale). Un minuto dopo altro calcio piazzato, Artuso pesca nel cuore dell’area Marco Albanese, girata di testa a cercare il palo lontano, prodigioso intervento di Anishchenko con la punta delle dita. Lo scatenato Artuso prova poi un destro a giro, che deviato, viene respinto dal portiere con il corpo. Il numero uno della Ludos Ravagnese è in giornata di grazie e prima della mezz’ora compie altri due miracoli: 27′, un rimpallo lancio Duarte verso la porta, l’attaccante biancorosso viene murato prima da Cutrupi in scivolata, poi da Anishchenko; 28′, cross al bacio di Ierinò, Marco Albanese stoppa la sfera nel cuore dell’area e tira, l’estremo difensore arancioblù respinge la sfera fiondandosi in uscita sui piedi dell’avversario. Il forcing della squadra di Logozzo continua incessante e viene premiato al 34′, quando sugli sviluppi di un corner la palla staziona in area di rigore, il capitano degli ionici Pasquale Angiò la riceve defilato sulla destra e s’inventa un pallonetto verso il secondo palo sul quale stavolta Anishchenko non può arrivare. Il vantaggio acquisito consente agli ospiti di tirare un po’ il fiato abbassando il ritmo nella parte finale del primo tempo; la Ludos Ravagnese prova a reagire ma non riesce a creare palle gol concrete, a parte qualche mischia in area di rigore. Si va al riposo con gli ospiti avanti di un gol.

In avvio di ripresa la squadra di Aquilino alza il baricentro mentre il Gioiosa si affida alle ripartenze. Al 13′ Gullì suona la carica per i suoi calciando da fuori, un destro teso che sibila a lato. Al 15′ l’episodio che potrebbe indirizzare l’incontro: Artuso finisce a terra in area di rigore, l’arbitro decide per la simulazione e sanziona il calciatore, già ammonito nel primo tempo, con il secondo giallo. Gioiosa in dieci uomini nella mezz’ora finale, la squadra di Logozzo si abbassa a protezione della propria area e la Ludos Ravagnese cozza contro un muro quasi insormontabile. Aquilino mescola le carte più volte provando diverse soluzioni, compreso l’inserimento di Puntoriere che con i suoi assist precisi cerca di innescare i compagni d’attacco. Al 34′ è invece il Gioiosa a rendersi pericoloso con il nuovo entrato Gliozzi che calcia da fuori al termine di una ripartenza manovrata, Anishchenko non si fa sorprendere. Al 38′ opportunità simile ed esito identico per il giovane Domenico Cuzzola, da poco in campo nella Ludos Ravagnese, Frascà è attento. Il portiere ionico tuttavia, proprio al 90′, rischia di combinarla grossa, quando su un pallone scodellato in area esce dai pali ma la sua presa alta è imperfetta; la sfera sfuggitagli dalle mani si dirige verso la porta sguarnita, ma sulla linea Anthony Albanese spazza il pallone lontano. In pieno recupero altro contropiede ospite finalizzato dalla girata di Figliomeni, il portiere di casa blocca in sicurezza.

La Ludos Ravagnese cede di misura, mostrando di dover ancora maturare, ma soprattutto evidenziando qualche problema di troppo negli ultimi venti metri. Il Gioiosa porta a casa una vittoria importante al debutto, ottenuta nonostante l’uomo in meno per mezz’ora, un avvio comunque promettente per una delle favorite del torneo.

Domenico Geria
Collaboratore di ReggioNelPallone.it

Ultime News

Accadde oggi: Pasino stende il Genoa e “vendica” l’umiliazione del Marassi
Reggina

Accadde oggi: Pasino stende il Genoa e “vendica” l’umiliazione del Marassi

28/01/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
28 gennaio 1996, serie B, 2^ giornata di andata. Contro il Genoa, la Reggina di Zoratti non gioca solo per la classifica ed il risultato. In palio c’è qualcosa di più. Nel girone di andata infatti, alla prima trasferta...
Reggina-Bari, a mente fredda: puniti nell’unico errore
Reggina

Reggina-Bari, a mente fredda: puniti nell’unico errore

27/01/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Questione di dettagli, così come ha dichiarato mister Toscano nella sala stampa del Granillo. Se la Reggina non ha battuto il Bari lo si deve, regolamento alla mano, all’errore di arbitro e guardalinee. Agli amaranto non...
Italian Football Awards: Sarao eletto miglior attaccante del girone C della Serie C 2018/19
Reggina

Italian Football Awards: Sarao eletto miglior attaccante del girone C della Serie C 2018/19

27/01/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Manuel Sarao è stato eletto miglior attaccante del girone C della Serie C edizione 2018/19 agli Italian Sports Awards, evento ideato e prodotto dal giornalista Donato Alfani e che, da nove anni a questa parte, omaggia gli...
Reggina-Bari, a mente fredda: ferocia ed organizzazione, riecco gli amaranto…
Reggina

Reggina-Bari, a mente fredda: ferocia ed organizzazione, riecco gli amaranto…

27/01/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Al di là del profondo rammarico per una vittoria sfumata ai titoli di coda, la Reggina contro il Bari ha dato le risposte in cui tutti confidavano. Le criticità emerse nelle precedenti apparizioni, ed in particolare nel ko...
Serie C, il girone B: Vicenza secondo pronostico, la Reggiana tiene aperto il campionato
Lega Pro

Serie C, il girone B: Vicenza secondo pronostico, la Reggiana tiene aperto il campionato

27/01/2020 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Il posticipo tra Reggiana e SudTirol, conclusosi con la vittoria dei granata, ha chiuso il 23° turno del girone B. Il Vicenza continua a volare, passando sul campo del fanalino di coda Rimini. Oltre che dalla capolista, i...