breaking news

Reggina, Praticò: “Grazie Gallo, Bellomo di un’altra categoria. Ai tifosi dico…”

Reggina, Praticò: “Grazie Gallo, Bellomo di un’altra categoria. Ai tifosi dico…”
Lega Pro
25/03/2019 23:09 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
L'ex presidente amaranto, ospite a Fuorigioco, ha parlato su diversi argomenti

L’ex presidente amaranto Mimmo Praticò ha parlato all’interno della puntata odierna della trasmissione Fuorigioco, in onda su Rtv e condotta dall’amico e collega Andrea Ripepi.

“Da cittadino reggino e tifoso della Reggina – ha detto Praticò – mi corre l’obbligo di ringraziare Gallo che sta dando continuità a questa squadra e questa società. Questa squadra non ha ancora dato quello che poteva dare, ma nonostante ciò ieri ha disputato una grande partita. I ragazzi hanno intrapreso una strada che, continuando così, li porterà ad un buon finale di stagione.
Ieri il Catania è stato inesistente. Forse sono stati un po’ presuntuosi, pensavano che la Reggina fosse quella vista a Pagani, ma si sono sbagliati. Gli amaranto avrebbero potuto fare anche cinque gol”.

Dal periodo negativo alla rinascita – “Non credo che i calciatori della Reggina debbano essere messi spalle al muro. Sono giocatori e uomini di qualità, hanno capito che la partita era di quelle importanti, da non sbagliare, e non hanno deluso dando ognuno il meglio di se”.

Sulla prestazione di Pagani – “Probabilmente i calciatori sono scesi in campo pensando che fosse una partita facile, invece la Paganese ha giocato bene per quelle che sono le sue potenzialità. La gara è stata presa sotto gamba e nel finale si è anche rischiata la beffa, evitata da una grande parata di Confente che è stato molto bravo”.

Su Doumbia, Strambelli e Bellomo – “Simbiosi perfetta tra Doumbia ed il ruolo di punta, ha disputato una grande partita. Per quelle che sono le sue qualità, ad oggi, penso stia dando il 50-60% di quello che potrebbe dare. A mio modesto parere ha enormi qualità, può dare molto di più. Strambelli ha fatto molto bene, Bellomo è la ciliegina sulla torta di questa squadra. Con lui in campo il tasso qualitativo della squadra si alza del 20%. Non so come faccia a giocare in questa categoria, non credevo fosse tanto forte. Quello in cui ha giocato ieri è stato il ruolo a lui più congeniale”.

Sulla partita col Rende – “Con il Rende la Reggina pensava di trovare una squadra più debole, anche se in certi momenti ha dominato. Questa squadra, ad oggi, prende contezza che il campionato di Serie C è il campionato dell’aggressione, dove chi aggredisce l’avversario ha una marcia in più rispetto a chi attende”.

Sul pubblico – “Il pubblico del Granillo di ieri non era da Serie C, il numero di spettatori è importantissimo. Il tifoso deve amare la propria squadra nonostante qualsiasi risultato e categoria. È normale che il tifoso voglia vedere vincere la propria squadra, ma il legame con essa non può dipendere dai risultati. Credo che la vittoria affratelli. I risultati portano i tifosi a ritrovarsi tra di loro. I calciatori di qualità che sono arrivati hanno portato entusiasmo e la squadra ha trascinato la gente allo stadio”.

Esonerare Drago dopo Pagani? “Anch’io, fossi stato il presidente, avrei continuato con lui”.

Su Drago – “Oltre ad essere una persona per bene, è un grande allenatore. Secondo me avrebbe dovuto capire e plasmare ciò che aveva in mano. In questi 15 giorni è riuscito a farlo ed i risultati si sono visti”.

Dominio Catania negli anni passati, ma da qualche tempo il trend si è invertito – “Ricordo che un tempo, all’uscita dello stadio vi erano i catanesi che danzavano dopo la partita, per loro Reggio Calabria era un terreno di conquista. Solo negli ultimi anni abbiamo iniziato a competere allo stesso livello con il Catania”. 

Sulle reti di Strambelli – “Il primo gol non è stato molto difficile. Il terzo gol, invece, mi è piaciuto tantissimo, è stato un’opera d’arte”.

Messaggio ai tifosi amaranto – “Ai tifosi amaranto dico di stare sempre e comunque accanto alla squadra, indipendentemente dalla dirigenza. La Reggina si deve amare a prescindere. Tifosi si nasce”. 

Sull’applauso a lui rivolto nell’ultima gara da presidente – “Mi ha colto di sorpresa, non me lo aspettavo. Riflettendoci, ho pensato che la gente ha apprezzato molto il lavoro che abbiamo fatto in questi anni. È un momento che porterò con me fino alla morte”.   

Redazione ReggioNelPallone.it
Testata giornalistica online Aut. Trib. di Reggio Calabria n. 11/2010 Il calcio e lo Sport nella Provincia di Reggio Calabria.

Ultime News

Archi, dopo Scevola torna pure Alampi
Dilettanti

Archi, dopo Scevola torna pure Alampi

17/06/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Sistemata la questione allenatore, con il ritorno dell’esperto Massimo Scevola, l’Archi prosegue la programmazione in vista della prossima stagione, ufficializzando il ritorno del difensore Alampi. Di seguito, il...
Apoteosi Trapani, serie B e cambio di proprietà
Serie C

Apoteosi Trapani, serie B e cambio di proprietà

16/06/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Battendo il Piacenza in un Provinciale stracolmo, il Trapani ha fatto ritorno in serie B dopo soli due anni. Il ritorno delle final four (all’andata, in Emilia, era finita senza reti) è stato deciso da un gol per tempo, a...
Ufficiale, il San Giorgio conferma 13 calciatori
Dilettanti

Ufficiale, il San Giorgio conferma 13 calciatori

15/06/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Il San Giorgio continua a muoversi in vista del prossimo torneo di Promozione. Dopo la conferma di mister Verbaro, il club reggino ha messo nero su bianco per la conferma di ben 13 calciatori. Di seguito, il comunicato affidato...
Reggina, manovre d’attacco: Baclet potrebbe partire, possibilità di riscatto per Martiniello
Reggina

Reggina, manovre d’attacco: Baclet potrebbe partire, possibilità di riscatto per Martiniello

14/06/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Allan Baclet potrebbe laciare Reggio Calabria dopo soli quattro mesi, e con appena due reti all’attivo. L’attaccante francese, fortemente voluto da Taibi ed arrivato nel mercato di gennaio, era stato accolto con...
Ufficiale: Archi, in panchina torna Scevola
Dilettanti

Ufficiale: Archi, in panchina torna Scevola

13/06/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
L’Archi è pronto a ripartire, per cancellare alla svelta l’amara retrocessione ai playout. Il club bianco azzurro inizia dal primo tassello, ovvero la guida tecnica, riaffidandosi a Massimo Scevola, reduce...