breaking news

Il Bocale ringrazia i difensori: tre gol e tre punti, battuta l’Isola Capo Rizzuto

Il Bocale ringrazia i difensori: tre gol e tre punti, battuta l’Isola Capo Rizzuto
Dilettanti
10/03/2019 21:13 | A cura di Domenico Geria
Sotto per la rete di La Gamba, la formazione di Laface ribalta tutto con il gol di Mochi e la doppietta di Brancati; rimasti in dieci, gli ospiti accorciano con Catania

ECCELLENZA, 25^ giornata

Bocale ADMO-Isola Capo Rizzuto 3-2

Bocale – Salvezza virtuale in archivio a cinque giornate dalla fine per il Bocale ADMO, il quale si aggiudica il match odierno contro l’Isola Capo Rizzuto, formazione attualmente in zona playout. I reggini riescono a ribaltare l’iniziale svantaggio, ma con l’uomo in più si complicano la vita da soli, come accaduto due settimane fa nel derby contro il Gallico Catona, consentendo agli ospiti di tenere aperto il match fino al 95′.

Sono trascorsi appena dieci secondi dal calcio d’inizio e Barbuio ha subito la palla del vantaggio, approfittando di un errato disimpegno della retroguardia ospite, ma Lamberti non si lascia battere concedendo soltanto il corner. Al 3′ nuova opportunità con Puccinelli che prova due volte, prima murato da un difensore, poi calciando alto. La risposta dell’Isola parte dai piedi di Khanfri che dalla distanza impegna Caputo. Al 13′ corner per la compagine crotonese, la difesa di casa conquista la sfera e Foti lancia lungo per lo scatto di Barbuio inseguito da due difensori; l’argentino calcia un destro incrociato di prima intenzione, dimostrando però di essere molto più preciso con l’altro piede: palla sul fondo. Al 16′ la partita si sblocca: altro angolo per l’Isola, La Gamba sfugge alla marcatura di Mochi e insacca sul secondo palo. Colpito a sorpresa il Bocale fatica un po’ a reagire, prendendo campo poco alla volta grazie anche alla spinta del vento. Al 25′ angolo stavolta per la squadra di Laface: Foti batte teso e sul secondo palo Mochi di testa si fa perdonare la disattenzione precedente trovando il gol del pari, il primo in campionato per lui. Parità ristabilita ma adesso il Bocale ha trovato vigore, fiducia ed entusiasmo e vuole ribaltare il match: 37′, punizione potente di Foti, Lamberti respinge come può, Brancati si avventa sulla sfera prima di tutti e realizza il vantaggio biancorosso (nell’immagine principale). Le emozioni del primo tempo non sono però finite: 43′, ancora un corner per i padroni di casa, Secondi anticipa tutti sul primo palo, Lamberti compie una grande parata ma ancora Brancati si trova nel posto giusto al momento giusto, firmando la sua doppietta personale, primi gol del suo campionato dopo la prodezza in rovesciata in Coppa Italia dello scorso settembre. Prima dell’intervallo Mercurio prova una staffilata da fuori, Lamberti vola e nega la quarta rete al Bocale.

In avvio di ripresa ci si attende la reazione della squadra di Mancini che invece tarda ad arrivare; l’undici di Laface vuole invece chiudere l’incontro per evitare ritorni di fiamma. Barbuio lanciato in contropiede è costretto a defilarsi e a calciare infine con il destro, murato dall’uscita di Lamberti; ancora l’argentino ci riprova, vedendo il portiere ospite fuori dai pali, con un pallonetto dalla lunga distanza di poco a lato. Al 12′ l’episodio che pare far scorrere i titoli di coda sul match: Assisi viene espulso dal direttore di gara su segnalazione del primo assistente, crotonesi in dieci uomini e con due gol da recuperare. Prova ancora a chiudere la partita al 22′ il Bocale con Puccinelli che dal fondo serve l’accorrente Secondi, velo dell’argentino per Tripodi, destro dal limite, Lamberti blocca. I padroni di casa commettono poi l’errore di rallentare il ritmo e concedere maggiormente l’iniziativa all’Isola. Al 28′ punizione dal vertice dell’area, Marco Sorgiovanni spara un sinistro insidioso che fa la barba alla traversa, con Caputo che era comunque sulla traiettoria; al 33′ Catania riceve palla defilato a sinistra, il suo tiro viene smorzato in calcio d’angolo. 41′, Pugliese sulla trequarti ha spazio per prendere la mira e calciare, conclusione ad effetto che Caputo respinge come può, Catania è il più lesto ad arrivare e siglare il suo ottavo gol in campionato, riaprendo il match. Due minuti più tardi Greco da oltre trenta metri spara una bordata che sibila a lato di pochissimo mettendo i brividi ai biancorossi. Forcing finale con anche Lamberti che si getta nella mischia sui calci da fermo per i suoi, ma l’assalto non sortisce effetti, il fortino del Bocale regge e con il brivido la squadra di Laface porta a casa la vittoria.

Se gli unici attaccanti a disposizione, Barbuio e Puccinelli, non trovano il gol, ci pensano i difensori a sbloccarsi e condurre il Bocale al traguardo della salvezza ormai solo da confermare con la matematica; la squadra di Laface potrà giocare il rush finale in scioltezza e senza pressioni di sorta, puntando comunque a raggiungere la miglior posizione possibile (attualmente è quinta con la Paolana). Si ferma invece l’ascesa dell’Isola, arrivata al “Campoli-Pellicanò” imbattuta da cinque turni nei quali aveva ottenuto 4 vittorie e 1 pareggio, tutte gare senza reti al passivo.

Domenico Geria
Collaboratore di ReggioNelPallone.it

Ultime News

Reggina, Gallo: “Una gara a chi la spara più grossa, la nostra posizione è ben delineata”
Reggina

Reggina, Gallo: “Una gara a chi la spara più grossa, la nostra posizione è ben delineata”

26/05/2020 | A cura di Domenico Geria
Data la presenza del presidente Gallo nel corso della conferenza di presentazione di Tempestilli, si è approfittato per toccare anche l’argomento riguardante la stagione rimasta in sospeso in Serie C, con le tante ipotesi...
Reggina, l’attenzione di Tempestilli sulle realtà sportive locali
Reggina

Reggina, l’attenzione di Tempestilli sulle realtà sportive locali

26/05/2020 | A cura di Domenico Geria
Il lavoro di Antonio Tempestilli per ricostruire il settore giovanile amaranto è appena iniziato, la strada è ancora lunga, certamente però l’esperto ex calciatore e dirigente della Roma sa quali saranno i passi da...
Reggina, Gallo: “Sogno un futuro capitano amaranto nato e cresciuto a Reggio”
Reggina

Reggina, Gallo: “Sogno un futuro capitano amaranto nato e cresciuto a Reggio”

26/05/2020 | A cura di Domenico Geria
Ad aprire la conferenza stampa di presentazione di Tempestilli è stato il presidente amaranto Luca Gallo, anch’egli poi intervenuto su alcuni quesiti posti dai giornalisti presenti. RITORNO A REGGIO – Da tre mesi...
Reggina, separazione consensuale con il dg Andrea Gianni
Reggina

Reggina, separazione consensuale con il dg Andrea Gianni

26/05/2020 | A cura di Domenico Geria
Il presidente Luca Gallo ha aperto la conferenza stampa di presentazione di Antonio Tempestilli, annunciando la separazione tra la Reggina e il direttore generale Andrea Gianni. “Abbiamo effettuato la risoluzione...
Reggina, Tempestilli si presenta: “Sarà l’anno zero del settore giovanile amaranto”
Reggina

Reggina, Tempestilli si presenta: “Sarà l’anno zero del settore giovanile amaranto”

26/05/2020 | A cura di Domenico Geria
Si è svolta presso la Tribuna Vip dello stadio “Granillo” la conferenza stampa di presentazione del nuovo responsabile del settore giovanile e della squadra femminile della Reggina, Antonio Tempestilli, il quale,...