breaking news

Riecco la Viola! Espugnata Napoli in un finale da batticuore…

Riecco la Viola! Espugnata Napoli in un finale da batticuore…
Viola
23/12/2018 20:30 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Basket, girone D di serie B: Ge.Vi. Napoli Basket-Viola Reggio Calabria 75-78, i neroarancio tornano al successo dopo due ko consecutivi.

La Viola Reggio Calabria torna alla vittoria in grande stile. Per i neroarancio è una vera e propria impresa quella realizzata in terra campana, al termine di uno dei match più bizzarri di questo girone di andata. Tra le file dei reggini tante note positive con Carnovali, miglior realizzatore (18 pt), mentre Fallucca (15), Nobile (14) e Paesano completano il poker delle doppie cifre.

Quintetti – la cessione di Mastroianni ad Orzinuovi non varia lo “strating five” di Coach Mecacci che manda in campo, come di sua consuetudine, Alessandri, Nobile, Fallucca, Pesano e Fall. Per i padroni di casa, invece, spazio per Guarino, Malagoli, Di Viccaro, Dincic e Milani.

La partita – l’avvio del match è tutto per la Viola Reggio Calabria. Sette punti di pregevole fattura con tre realizzatori differenti ed una buona difesa caratterizzano i primi tre minuti. Nobile apre, così, con una tripla da posizione centrale, poi Fallucca in penetrazione e Paesano spalle a canestro per il primo strappo: 0-7. La Ge.Vi. Napoli si sblocca poco più tardi dalla lunetta con Dincic (2-7), mentre Alessandri incappa in una palla persa ingenuamente. La fluidità dei reggini viene meno possesso dopo possesso, permettendo ai padroni di casa di trovare persino il primo vantaggio sul 9-7: quattro punti di Milani, Dincic ancora e Malagoli. La Viola ritrova la via del canestro con una realizzazione di Fallucca, mentre prosegue il suo momento “on fire” (11-9). Al 7′ palla rubata da Carnovali ed arresto e tiro in transizione di Nobile per il canestro che vale la parità a quota 11. Poco dopo sono i tre liberi di Carnovali a riportare la Viola avanti di un intero possesso: 11-14. Nel finale il lbero di Dincic per Napoli, e la tripla di Vitale per la Viola chiudono i primi dieci minuti sul 16 a 18 in favore dei reggini.

Punto a punto-Difficoltà a sbloccare i rispettivi tabellini e molteplici errori per entrambe le squadre, con Paesano a realizzare i primi punti dalla lunetta: per il n.18 neroarancio è, però, soltanto 1/2 (16-19). Dalla parte opposta risposta immediata ed aggancio di Napoli con la tripla di Erkmaa. Nelle successive azioni si susseguono i canestri di Malagoli e Molinari per Napoli e quelli di Fallucca e Paesano per i “violini”: 24-24 e partita in perfetto equilibrio. La terribile “mano calda” di Milani ristabilisce, pochi istanti dopo, il nuovo break partenopeo:  27-24. A metà quarto anche gli animi si surriscaldano. Alessandri in penetrazione subisce il fallo di Erkmaa, poi Milani incombe in un antisportivo. Al rientro dal time out partenopeo Alessandri realizza entrambi i liberi (27-26), mentre Molinari allunga ancora a +3. Ad animare ancor di più il gioco è Fallucca, ingenuo nel commettere il suo primo fallo. Le ripartenze non concretizzate di Napoli, le palle perse di entrambe e diversi errori aprono le porte ad un momento di vera e propria confusione, suggellata solo dai liberi di Carnovali e successivamente da Milani per il 31-28. La Viola, intanto, continua ad ottimizzare il bonus a proprio favore, realizzando con Alessandri dalla lunetta (31-30). Al 18′, tripla di Molinari per il nuovo strappo (34-30) e nuova sospensione forzata per Coach Mecacci. Al rientro, Dincic spreca per Napoli. Parte così il contropiede lanciato di Vitale con l’assist di quest’ultimo per Carnovali che anticipa con i suoi quattro punti (34-34), la tripla conclusiva di Molinari, per il 37-34 di fine primo tempo.

Allungo Viola-La seconda parte di gara si apre con un rapido botta e risposta. Paesano a segno per la Viola, Malagoli e Dincic per Napoli, poi ancora Nobile per gli ospiti per il 41-38. Al 23′, prima tegola per i partenopei con il quarto fallo sanzionato a Di Viccaro e con la tripla di Fallucca per la nuova parità. La disorganizzazione offensiva di Napoli permette a Carnovali di recuperare un nuovo possesso così da servire a Fallucca l’assist per la tripla del sorpasso: 41-44 e time out per Coach Lulli. La difesa della Viola inizia a far la differenza e Carnovali, dalla parte opposta, non perdona (41-47). Malagoli, intanto, chiude il black out partenopeo con un canestro dalla media. Lo stesso, nella successiva azione offensiva neroarancio, è ingenuo nel commettere il suo quarto fallo e quindi concedere il canestro di Paesano per il +6 ospite: 43-49 a 3’56” dal termine dalla terza frazione. I quattro falli commessi da entrambi i quintetti, e quindi il bonus in favore sia di Napoli che della Viola, caratterizzano la medesima fase del match. Milani accorcia dalla lunetta, poi Dincic realizza il -2 (47-49). Yande Fall, soltanto a metà, dai liberi (47-50) anticipa una nuova palla persa dei neroarancio ed un clamoroso fallo in attacco di Dincic. La formazione di casa torna a schierarsi a zona, mentre i liberi di Alessandri e la tripla di Carnovali permettono alla Viola di trovare il +7, nonché massimo vantaggio reggino (48-55). Gli ultimi possessi della frazione premiano Napoli che va a segno con Dincic e Chiera: 53-55 alla terza sirena con tecnico a Mecacci per proteste.

Alessandri&Nobile, canestri vincenti-L’ultimo e decisivo quarto di gioco si apre con il libero di Guarino per il precedente episodio. La tripla di Vitale per il 54-58 è contenuto dal duo Erkmaa-Dincic, mentre Paesano realizza su penetrazione da fondo (58-60). Al 32′, altro tecnico a Fallucca, costretto ad uscire momentaneamente a causa dei quattro falli e quindi esser preservato da Mecacci per il finale. Nobile allunga sul 59 a 62, poi altro tecnico a Molinari e nuova palla persa della Viola. Mecacci continua la sua girandola di cambi, mentre Guarino impatta a quota 62. A 6’45” dal termine, Dincic e Guarino permettono a Napoli di volare sul +4: 66-62. L’inerzia del match cambia così rotta e la Viola rischia di finire nell’ennesimo incubo finale. Chiera realizza ancora dalla lunetta allungando sul 67-62, mentre Fallucca “rivede” il parquet. La Viola non muore mai e in un amen torna in parità con l’appoggio di Fall e con la tripla di Nobile: al 35′, pari sul 67-67. Napoli si affida alla fortuna e Chiera da tre punti riporta i padroni di casa avanti sul 70-67. Il bonus inizia a condannare la Viola ed anche Nobile arriva al limite dei falli (71-67). Fall sbaglia il più facile dei canestri e la tripla di Carnovali rischia di non bastare. Molinari purga ancora dalla lunga (4 su 4) e Napoli arriva sul 74 a 70. Coach Mecacci si riaffida al time out. Paesano non trema dalla linea della carità ed accorcia sul 74-72, poi commette fallo su Dincic che realizza solo una conclusione: 75-72. Intanto, con un solo minuto da giocare, anche Napoli giunge al bonus. Paesano segna ancora da sotto con grande intelligenza (75-74). Negli ultimissimi palloni, Napoli va prima oltre i 24 secondi, poi commette fallo. Alessandri dalla lunetta opera il sorpasso: 75-76. Poi, dalla parte opposta, Dincic sbaglia e Nobile realizza il 75 a 78 della straordinaria vittoria reggina.

Antonino Panuccio

Redazione ReggioNelPallone.it
Testata giornalistica online Aut. Trib. di Reggio Calabria n. 11/2010 Il calcio e lo Sport nella Provincia di Reggio Calabria.

Ultime News

Rieti, il prossimo avversario della Reggina ferma la Juve Stabia in pieno recupero
Reggina

Rieti, il prossimo avversario della Reggina ferma la Juve Stabia in pieno recupero

25/03/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Un punto d’oro per il Rieti, un’occasione sprecata per la Juve Stabia. Il posticipo della 32esima giornata, si è concluso 1-1. La sfida sembrava mettersi sul velluto per i padroni di casa, passati in vantaggio al...
Reggina, Praticò: “Grazie Gallo, Bellomo di un’altra categoria. Ai tifosi dico…”
Lega Pro

Reggina, Praticò: “Grazie Gallo, Bellomo di un’altra categoria. Ai tifosi dico…”

25/03/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
L’ex presidente amaranto Mimmo Praticò ha parlato all’interno della puntata odierna della trasmissione Fuorigioco, in onda su Rtv e condotta dall’amico e collega Andrea Ripepi. “Da cittadino reggino e...
Reggina-Catania, Lo Monaco: “Sapevamo che il loro attacco era temibile, ma non c’eravamo con la testa”
Reggina

Reggina-Catania, Lo Monaco: “Sapevamo che il loro attacco era temibile, ma non c’eravamo con la testa”

25/03/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Catania non pervenuto ed incapace di limitare la pericolosità della Reggina. Pietro Lo Monaco, ha commentato ai microfoni del collega Alessandro Vagliasindi il pesantissimo ko dei siciliani al Granillo. “Non avevamo colto...
Serie C girone C, il valzer delle panchine: anche quest’anno più cambi che conferme…
Reggina

Serie C girone C, il valzer delle panchine: anche quest’anno più cambi che conferme…

25/03/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Con undici club su diciannove ad aver cambiato allenatore, il girone C di serie C si conferma “terra difficilissima” per i tecnici. La Casertana, che oggi ha ufficializzato l’arrivo di Pochesci e l’esonero...
Serie C, nuovo cambio di panchina a Caserta: Pochesci per il rush finale
Reggina

Serie C, nuovo cambio di panchina a Caserta: Pochesci per il rush finale

25/03/2019 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Tre punti in cinque partite, nelle ultime sette giornate l’unica vittoria è stata quella a tavolino contro il Matera. Una vera e propria crisi quella della Casertana, con i falchetti che, a dispetto delle grandissime...