breaking news

Reggina, errori ed orrori: un altro ko in casa della bestia nera Rende

Reggina, errori ed orrori: un altro ko in casa della bestia nera Rende
Reggina
05/11/2018 22:31 | A cura di Filippo Mazzù
Franco, nel finale, decide Rende-Reggina. Gli amaranto escono meritatamente sconfitti dal Lorenzon, con le ossa a pezzi.

Remissiva. La Reggina esce sconfitta dal Lorenzon di Rende dopo una prestazione ben al di sotto della sufficienza. Avvio e finale di gara da film dell’orrore. Cevoli, che ha perso in un colpo solo Confente, Salandria e Tulissi, avrà molto materiale su cui lavorare nel corso della settimana. E sabato c’è la Paganese…

IN PORTA C’E’ LICASTRO – Una sorpresa ed un cambio dell’ultimo istante. Mister Cevoli conferma nove undicesimi rispetto alla squadra che ha fermato la Juve Stabia, sciolinando un buon calcio nella ripresa. Zivkov riprende il proprio posto sull’out di sinistra a discapito di Mastrippolito. A difesa della porta amaranto c’è Mattia Licastro, all’esordio stagionale, complice un problema nel riscaldamento per Confente. Mister Modesto, invece, ripropone il classico 3-4-3, con Rossini e Vivacqua supportati da Laaribi.

AVVIO DA INCUBO – Non poteva cominciare peggio la seconda avventura di Licastro in amaranto. Cinque giri di lancette ed il Rende è già avanti. Viteritti sfonda sulla destra, chiude il triangolo con Laaribi e mette in mezzo un cross radente, ma dalla facile lettura. La palla, però, passa fra le gambe dell’estremo difensore della Reggina e finisce in rete. Doccia gelata per gli uomini di Cevoli, che centoventi secondi dopo rischiano il tracollo. Vivacqua raccoglie un errato disimpegno di Licastro sulla tre quarti, ma a porta sguarnita non riesce ad inquadrare lo specchio. La Reggina ha un moto d’orgoglio, ma Tulissi prima e Conson poi non incidono. E’ di Sandomenico l’occasione più ghiotta dei primi dieci minuti, ma il bolide diretto all’incrocio dai pali viene disinnescato da un prodigioso intervento di Savelloni.

BRUTTA E SFORTUNATA – La sofferenza è alimentata dalla frustrazione. Cevoli continua a perdere pezzi. Tulissi lamenta presumibilmente una noia muscolare, dentro Tassi. Gli amaranto sono in completa balia del Rende, padrone di ogni porzione del campo. Rossini ha fame di gol, ma il suo destro si infrange sulla parte bassa della traversa. La palla rimbalza sulla linea e finisce sulla testa di Vivacqua che appoggia in rete. La bandierina del guardalinee, però, è alzata: off-side. Nel peggior momento degli uomini di Cevoli, ecco il pari. Il neo-entrato Tassi prende posizione sul diretto avversario e devia debolmente il cross di Kirwan verso la porta. Savelloni calcola male i tempi di uscita e la sfera finisce lentamente in sacco. Gara che torna in equilibrio, ma giusto per tre minuti.

DOPPIO TASSI – Laaribi veste i panni dell’assist-man, la premiata ditta Conson-Solini si perde clamorosamente Vivacqua. Per il numero nove è un gioco da ragazzi firmare il nuovo vantaggio Rende. La dea bendata continua a non assistere la squadra amaranto. Anche Salandria deve alzare bandiera bianca al quarantesimo, dentro Franchini. Ed è proprio l’ex mezz’ala del Sassuolo, sul finale di primo tempo,  a restituire il favore a Laaribi, lanciando in campo aperto Tassi. Il centravanti è glaciale e batte Savelloni in uscita con un mancino potente e preciso. Reggina che ha il solo merito di restare in partita, ma da salvare, nella prima frazione, ci sono i gol di Tassi e poco altro.

DOCCIA GELATA – I secondi quarantacinque minuti si aprono sulla falsa riga dell’altra parte di gara. Rende in fraseggio ed amaranto rintanati nella propria metà campo. Vivacqua e Rossini sono ispiratissimi, ma la mira è da rivedere. Mister Cevoli richiama in panchina Marino ed Ungaro. Al loro posto ci sono Bonetto e Navas. La retroguardia degli amaranto rischia in qualche altra circostanza, ma regge l’urto. I ritmi, dopo un primo tempo davvero frizzante, sono soporiferi. Allo scadere del tempo regolamentare ecco la beffa. Godano, subentrato a Laaribi, ha una prateria e la sfrutta tutta. L’esterno arriva sul fondo e mette a rimorchio per Franco che fa esplodere il Lorenzon. Una Reggina remissiva e scarica cede il passo al Rende, che si conferma bestia nera per gli amaranto. Dopo l’ottima ripresa con la Juve Stabia, un notevole passo indietro.

 

Filippo Mazzù
Collaboratore di ReggioNelPallone.it

Ultime News

Tre sconfitte di fila per Bovese e San Giorgio: il primo posto è già sfumato
Dilettanti

Tre sconfitte di fila per Bovese e San Giorgio: il primo posto è già sfumato

12/11/2018 | A cura di Domenico Geria
Momento decisamente negativo per due protagoniste del Girone D di Prima Categoria, Bovese e San Giorgio, reduci entrambe da tre sconfitte consecutive che ne hanno ridimensionato in parte le ambizioni. Restano comunque ancora 21...
Un Ravagnese forte e “Vigoroso” tenta la fuga per la vittoria
Dilettanti

Un Ravagnese forte e “Vigoroso” tenta la fuga per la vittoria

12/11/2018 | A cura di Domenico Geria
Numeri straordinari per il Ravagnese capolista del Girone D di Prima Categoria. La formazione reggina, del tutto rinnovata quest’estate per tentare di riscattare le delusioni della passata stagione e recitare un ruolo da...
Under 17 Elite: il derby è della Segato, in fuga con il Taverna, il Bocale è adesso quarto
Dilettanti

Under 17 Elite: il derby è della Segato, in fuga con il Taverna, il Bocale è adesso quarto

12/11/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Dopo una settimana di pausa è tornato il campionato Under 17 Elite dedicato ai migliori settori giovanili della Calabria. Gli occhi di tutti erano puntati sul Centro Sportivo Sant’Agata dove si è svolto uno spettacolare...
Locri, mercoledì riapre il Comunale per il derby con la Cittanovese
Dilettanti

Locri, mercoledì riapre il Comunale per il derby con la Cittanovese

12/11/2018 | A cura di Domenico Geria
Finalmente il Locri torna a casa. Ultimati i lavori al Comunale, la società amaranto potrà debuttare nel proprio impianto dopo aver disputato questa prima parte della stagione al “Ninetto Muscolo” di Roccella....
Palmese, colpo a San Cataldo alla vigilia di una settimana decisiva per il club
Dilettanti

Palmese, colpo a San Cataldo alla vigilia di una settimana decisiva per il club

12/11/2018 | A cura di Domenico Geria
Continua lo splendido cammino della Palmese che contro ogni pronostico prosegue la sua ascesa in classifica. La formazione di mister Franceschini, dopo aver battuto a domicilio la Sancataldese, si è portata al terzo posto della...