breaking news

Il Ravagnese stende la Pro Pellaro e ipoteca i quarti di finale

Il Ravagnese stende la Pro Pellaro e ipoteca i quarti di finale
Dilettanti
10/10/2018 22:56 | A cura di Domenico Geria
Gli ex Attinà e Putortì, insieme al rigore di Pangallo, mandano K.O. i bianconeri

COPPA CALABRIA, ottavi, andata

Ravagnese-Pro Pellaro 3-0

Croce Valanidi – Il derby reggino valido per l’andata degli ottavi di finale di Coppa Calabria, ha visto il Ravagnese aggiudicarsi nettamente l’incontro, prevalendo per 3-0 sulla Pro Pellaro.

Dopo una prima parte di match in equilibrio e senza concrete palle-gol, il Ravagnese prende campo e mette sotto la formazione bianconera, in difficoltà a centrocampo e in attacco, con i locali che non concedono spazi. I biancoazzurri hanno invece in Falduto e Gaetano Attinà due calciatori sempre pronti a fornire l’accelerazione giusta al match, tanto è vero che il vantaggio lo costruiscono loro al 27′: un lancio dalle retrovie favorisce lo scatto sul filo del fuorigioco da parte di Falduto; l’esterno del Ravagnese arriva indisturbato a tu per tu con Leonardi, servendo l’accorrente Gaetano Attinà che ha seguito l’azione, depositando in rete il gol dell’ex. I bianconeri subiscono il contraccolpo e i locali provano ad approfittarne subito con il sinistro dal limite di Vigoroso, Leonardi è attento e devia in corner. Pro Pellaro pericolosa alla mezz’ora con la punizione di Cangeri che genera una mischia nella quale non riesce a Diakitè la deviazione vincente. Si torna poi dalla parte opposta del campo, quando al 33′ il direttore di gara assegna un penalty abbastanza netto al Ravagnese per un atterramento in area; sul dischetto va Pangallo che calcia centralmente beffando Leonardi (nell’immagine principale). In contropiede la formazione di mister Preferito è sempre pericolosa e Gaetano Attinà va vicino alla doppietta calciando da distanza ravvicinata un pallone smorzato da un difensore, ma Leonardi fa muro con il corpo e salva i suoi. In pieno recupero l’ex portiere del Bocale è costretto ad alzare oltre la traversa una punizione calciata da Pangallo.

Nella ripresa la Pro Pellaro dimostra maggior convinzione e determinazione, sulla spinta dei suoi esterni. Al 2′ la corsa di Scilipoti, la sua botta potente, Comandè compie la prima parata del suo match, sulla respinta Modafferi calcia sul fondo. Al 22′ Cangeri prova a fare tutto da solo sulla sinistra, concludendo la sua progressione con un cross basso che attraversa tutta l’area e dalla parte opposta ancora Scilipoti ci prova, senza inquadrare la porta. Alla mezz’ora Ravagnese ancora pericoloso con una punizione di Pangallo, palla deviata dalla barriera, Leonardi blocca. Al 37′ il portiere bianconero deve però capitolare, quando non trattiene una conclusione da posizione defilata e Demetrio Putortì, in campo da una decina di minuti, insacca il 3-0, firmando anche lui il gol dell’ex, al debutto con la maglia del Ravagnese. Nei minuti finali Pro Pellaro in avanti con orgoglio, Cangeri prova l’ennesima discesa dopo aver recuperato un pallone pressando l’avversario, in slalom entra in area e spara con il sinistro, respinge ancora Comandè. Al 47′ Diakitè manda alto di testa su un cross dalla sinistra; lo stesso attaccante si rende protagonista in negativo al 49′, quando nel corso di una mischia in area di rigore colpisce un avversario meritandosi la seconda ammonizione.

Molto bene il Ravagnese con un primo tempo quasi perfetto e una ripresa fatta di gestione attenta e sapiente del risultato, chiuso poi appena avuta l’occasione. Pro Pellaro non al meglio e in difficoltà nei confronti di un avversario che ha saputo adottare le giuste contromisure per annullare i più importanti elementi bianconeri; ribaltare il risultato al ritorno sarà difficile, ma una sconfitta così può aiutare a capire dove poter ancora migliorare.

Domenico Geria
Collaboratore di ReggioNelPallone.it

Ultime News

Gallico Catona, Antonucci per risollevare le sorti della squadra
Dilettanti

Gallico Catona, Antonucci per risollevare le sorti della squadra

16/10/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Un curriculum voluminoso, “cattedratico” (diverse pubblicazioni), esperienze estere, il romano Antonio Antonucci  dovrebbe essere l’uomo della “svolta” per raddrizzare una stagione iniziata male. Tre i cambi tecnici...
Reggina, quando il cambio di modulo porta bene
Reggina

Reggina, quando il cambio di modulo porta bene

16/10/2018 | A cura di Filippo Mazzù
Il cambio modulo porta bene, inutile nasconderlo, ma di “fortuna“, in questi casi, ce n’è ben poca. Si tratta di intuizioni, di spezzare le catene che tengono imprigionato il proprio istinto e lasciare che...
[PHOTOGALLERY] Reggina-Siracusa, il film della gara
Reggina

[PHOTOGALLERY] Reggina-Siracusa, il film della gara

16/10/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Rivivi le emozioni di Reggina-Siracusa negli scatti del talento del nostro Lillo D’Ascola, dallo stadio “Marco Lorenzon di...
Potenza-Reggina, i convocati amaranto
Reggina

Potenza-Reggina, i convocati amaranto

16/10/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Sono ventitré i convocati di mister Cevoli per la trasferta di Potenza, con fischio d’inizio domani alle ore 20:30. Nessuna variazione rispetto agli uomini che hanno preso parte alla gara del “Lorenzon” di...
San Giorgio, Crupi a RNP: “Il vantaggio immediato ci ha sbloccati mentalmente”
Dilettanti

San Giorgio, Crupi a RNP: “Il vantaggio immediato ci ha sbloccati mentalmente”

16/10/2018 | A cura di Domenico Geria
Debutto vincente per mister Fabio Crupi sulla panchina del San Giorgio, che sabato si è imposto per 3-0 in casa del San Gaetano grazie ad una partenza a spron battuto che ha fruttato l’immediato vantaggio, difeso senza...