breaking news

Il San Giorgio ‘vede’ la salvezza grazie a Borghetto e Rappocciolo

Il San Giorgio ‘vede’ la salvezza grazie a Borghetto e Rappocciolo
Dilettanti
12/03/2018 13:14 | A cura di Domenico Geria
La doppietta su punizione realizzata dal fantasista e il gol oltre il 90' siglato dall'eterno bomber, hanno fruttato tre punti preziosissimi ai neroverdi, ora un po' più vicini alla salvezza

Quelli ottenuti sabato contro il Rosarno sono tre punti molto pesanti per il San Giorgio, non solo perché ottenuti in pieno recupero, ma anche perché avvicinano i neroverdi alla salvezza diretta senza passare dai playout.

Avere la meglio del Rosarno non è stato semplice per la formazione di mister Di Lorenzo, passata in vantaggio nel primo tempo con una prodezza su punizione firmata da Natale Borghetto; l’ex fantasista di Bocale e Hinterreggio nella ripresa concede il bis dimostrando di non aver perso il tocco magico che gli ha consentito di realizzare tanti gol importanti in passato. La seconda rete di Borghetto arriva però dopo il ribaltone messo in atto dal Rosarno, che con Galati e Gioffrè aveva prima pareggiato, poi era andato in vantaggio. Infine, in pieno recupero, il morso del ‘Cobra’ Rappocciolo ha fatto esplodere di gioia compagni e tifosi con il 3-2 finale.

Il San Giorgio rialza la testa dopo una prima parte del girone di ritorno in cui ha raccolto solamente 4 punti in 8 partite, uscendo sconfitto dal campo per ben 6 volte; l’attuale quintultima posizione, per quanto non garantisca nulla ai neroverdi in ottica salvezza, rappresenta comunque un grande passo verso questo obiettivo. Sono 5 i punti di vantaggio di Di Lorenzo e i suoi sullo Hierax quartultimo, e addirittura 13 sull’Audax Ravagnese penultimo, un distacco tale che, pur chiudendo il campionato al quintultimo posto, per il San Giorgio sarebbe comunque salvezza. Resta sempre aperta la possibilità di uscire comunque fuori dalla zona playout per una maggiore tranquillità: la Bovese è distante appena un punto, il Palizzi tre, distacchi colmabili nelle ultime sei giornate, soprattutto quando in squadra puoi contare su gente con la qualità e l’esperienza di Borghetto e Rappocciolo.

Domenico Geria
Collaboratore di ReggioNelPallone.it

Ultime News

Reggina, a centrocampo solo risposte positive
Reggina

Reggina, a centrocampo solo risposte positive

10/12/2018 | A cura di Filippo Mazzù
Avevamo individuato in Ciccio Salandria (LEGGI QUI) l’uomo capace di cambiare volto a questa Reggina. A giudicare dal match giocato a Lentini non siamo andati esattamente fuori strada. Tanto cuore, tanta corsa. E quel...
Reggina-Cavese, parte la prevendita
Reggina

Reggina-Cavese, parte la prevendita

10/12/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Tre giorni dopo si scende di nuovo in campo. La Reggina ospita la Cavese a distanza di due anni e mezzo dall’ultima volta. Ecco le informazioni per acquistare i biglietti relativi alla gara: La Reggina 1914 comunica che è...
Reggina, l’ascesa di Seminara
Reggina

Reggina, l’ascesa di Seminara

10/12/2018 | A cura di Filippo Mazzù
E’ entrato in punta di piedi, accettando qualunque decisione. Mai una parola di troppo. Mai appariscente. Davide Seminara preferisce andare dritto al sodo. Far parlare il campo. I fatti. Dopo una prima parte di stagione ai...
Reggina, i calci piazzati sono una risorsa
Reggina

Reggina, i calci piazzati sono una risorsa

10/12/2018 | A cura di Filippo Mazzù
“Il 70% dei gol, nel calcio moderno, arrivano su situazioni determinate da calci piazzati”. Così Diego Conson spiegava, in una gara senza sussulti come quella con la Paganese, che per togliere le castagne dal fuoco...
Reggina, le scelte di Cevoli pagano
Senza categoria

Reggina, le scelte di Cevoli pagano

10/12/2018 | A cura di Filippo Mazzù
Dall’Inferno ad un passo dai play-off. Tutto in 180 minuti. E’ il bello del calcio. La Reggina rialza la testa, tira fuori il carattere e dimostra personalità. Dopo la rocambolesca rimonta di una settimana fa, gli...