breaking news

” è difficile spiegare…”

” è difficile spiegare…”
Editoriali
11/01/2018 21:33 | A cura di Vincenzo Ielacqua
Ne è passata di acqua sotto i ponti ragazzi. 104 anni di amaranto, che per noi, come per i greci non “appassisce mai”.

Dopo otto anni, ancora, mia moglie non riesce a spiegarsi – e a tratti non accettare – questo mio viscerale legame verso un colore: l’amaranto.

D’accordo potrebbe essere pura gelosia, ma se è vero “che non c’è donna che possa competere”, è anche vero che verso un baluardo, una storia, un vessillo non vi è contesa.

Ma la capisco, sia chiaro!

Ancora oggi, quando incredula mi domanda il perché di questa lucida follia, di weekend allo stadio o davanti ai monitor, di sbalzi umorali e di imprecazioni, di adrenalinici novanta minuti, il mio è un silenzio codardo misto a riservatezza. Mi è complicato ai suoi occhi, descrivere una passione che ti toglie il fiato, ti offusca la mente e ti “comanda”.

Come quella domenica del 1986, cinque anni, ricordi sbiaditi, ma un’emozione viva: vecchie tribune lamierate, una bolgia di musica, bandiere e cori, la fila verso un “buco misterioso” da dove spuntò una mano ed un biglietto verso l’infinito. Ringrazierò sempre mio padre per quella volta.

Mi bastò un attimo per capire.

Per canticchiare “amaranto siamo noi” anche dinanzi ai rimproveri della maestra delle elementari, bontà sua. Un sentimento ancora immaturo ma che nel tempo si coltivò autonomamente, senza nemmeno bisogno di essere abbeverato.

Che anni quegli anni, che tempi quei tempi. Quelli dei miti non vissuti Maestrelli e Pianca, quelli che si esultava ad un gol di Mollica allo scadere o alle punizioni dipinte di Mino Bizzarri. Quelli che ti fanno ricordare “Rassu” e Passiatore, quelli che alla sconfitta con lo Stabia “non vonnu ‘nchianare”, ma che l’anno dopo con Aglietti volavano in diretta telepiù. Quelli che Pasino da centrocampo…

I tempi in cui “Rosin – Bagnato- Attrice..” era pura poesia ma anche “Merlo – Vincioni – Poli” non “cugghiunia”. Schieramenti più conosciuti di ogni prosa Leopardiana o Manzoniana dal reggino medio.

Ne sono certo.

Quei momenti in cui dal televideo dipendeva la tua serata e la tua settimana, e la voce audio dello stadio era capace di farti scoppiare di gioia o ammutolire l’euforia.

Certo i più recenti li ho vissuti con maggiore ardore, nel pieno dell’adolescenza, biondo ossigenato, “scappai” alla volta di Reggio Emilia in un sabato di Festa, incurante del comitato di benvenuto che mi avrebbe riservato al ritorno la famiglia: nulla, però, avrebbe rallentato la mia corsa verso la balaustra al gol di Artico.

E poi ancora l’invasione di Torino, “QDR” e le trasferte dalla Capitale, l’incubo Cossato, l’altalenante valzer di emozioni, il lento declino, il fallimento e la rinascita.

Non basterebbero dieci pagine di Rnp per raccontare…la Reggina.

Ne è passata di acqua sotto i ponti ragazzi. 104 anni di amaranto, che per noi, come per i greci non “appassisce mai”.

“È difficile spiegare, certe giornate amare, lascia stare Tanto ci potrai trovare qui” canta Fiorella Mannoia.
E noi come lei, “con le nostre notti bianche , ti diremo ancora un altro si”..

Un sentimento che mischia le lacrime di gioia e di disperazione, che ci lega immotivatamente ad una storia, ad un baluardo, ad una esaltante rappresentazione della città in cui sei nato. Che è la nostra città.

Che anni ragazzi, questi anni.

Centoquattro per la Reggina che, come scrisse “qualche saggio”, ci fa ancora godere!(ma non ditelo a mia moglie).

 

Vincenzo Ielacqua

Ultime News

Reggina, Granillo verso una nuova bocciatura. Possibili problemi anche al “Razza”
Reggina

Reggina, Granillo verso una nuova bocciatura. Possibili problemi anche al “Razza”

23/10/2018 | A cura di Filippo Mazzù
Così come anticipato nei giorni scorsi, non dovrebbe essere lo stadio Oreste Granillo ad ospitare l’incontro previsto per sabato alle ore 20:45 contro la Juve Stabia e che andrà in diretta televisiva su SportItalia. I...
Reggina, con la Juve Stabia per cancellare battute a vuoto e probabili penalizzazioni
Reggina

Reggina, con la Juve Stabia per cancellare battute a vuoto e probabili penalizzazioni

23/10/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Scampato il pericolo legato alla fideiussione, gli amaranto potrebbero comunque andare incontro ad una sanzione. E’ questa la notizia che rimbalza negli ambienti amaranto da circa una settimana. Così come confermato dallo...
Reggina, l’imprescindibilità di Zibert
Reggina

Reggina, l’imprescindibilità di Zibert

23/10/2018 | A cura di Filippo Mazzù
In un gruppo di lavoro vige il motto: “Tutti utili, nessuno indispensabile“. Un concetto ascrivibile anche all’ambito sportivo, dove l’unione dovrebbe essere il motore che spinge verso il risultato. Il...
Reggina, esperimento fallito: serve una punta
Reggina

Reggina, esperimento fallito: serve una punta

23/10/2018 | A cura di Filippo Mazzù
Sulla falsariga dell’Italia di Mancini, ma con le due dovute proporzioni, la Reggina di mister Cevoli si ritrova a fare i conti con defezioni e uomini a metà servizio. Ecco l’idea del tridente leggero e mobile,...
Coppa Calabria, domani il ritorno degli ottavi di finale
Dilettanti

Coppa Calabria, domani il ritorno degli ottavi di finale

23/10/2018 | A cura di Domenico Geria
Si disputeranno nel pomeriggio di mercoledì 24 ottobre alle ore 15 le gare di ritorno degli ottavi di finale della Coppa Calabria, riservata alle squadre di Prima Categoria. Quasi tutti gli incontri sono ancora in bilico, fatta...