breaking news

Sicula Leonzio “erede” dell’Atletico: contro i bianconeri, doppio successo targato anni ’90

Sicula Leonzio “erede” dell’Atletico: contro i bianconeri, doppio successo targato anni ’90
Reggina
06/12/2017 21:57 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Verso Reggina-Sicula Leonzio: la compagine dello Stretto ha già incontrato i bianconeri di Lentini, in una doppia sfida targata serie C.

Un’escalation vertiginosa, quella firmata dalla Sicula Leonzio: fondata nel 2013 dalle ceneri della Usd Belpassese, la società siciliana è riuscita a passare dalla Promozione Siciliana alla serie C, conquistando tre promozioni in quattro anni.

Sotto la denominazione Sicula Leonzio dunque, i bianconeri domenica sera sfideranno per la prima volta la Reggina in una gara ufficiale, dopo essere stati ospiti al Sant’Agata questa estate, in amichevole (1-1 il punteggio finale).

Dati alla mano tuttavia, la Sicula è considerata l’erede naturale dell’Atletico Leonzio, compagine affrontata dalla Reggina nel lontano 93/94, in serie C1 (da lì a poco, l’Atletico dell’allora presidente Proto si sciolse per fondersi con l’Atletico Catania, e la Lentini calcistica ripartì dalla serie D sotto la denominazione Leonzio 1909).

Tornando al doppio confronto con i bianconeri, si trattò del primo campionato di terza serie in cui venne introdotta la regola dei tre punti per ogni vittoria. La compagine dello Stretto si impose sull’Atletico sia a Lentini (0-1, gol di Cevoli) che a Reggio Calabria. Il successo maturato al “Comunale”, risale al 13 marzo 1994 (settima giornata di ritorno), con l’undici allenato da Enzo Ferrari, secondo in classifica, che riuscì ad ottenere un’affermazione importantissima, in vista dello scontro diretto di Perugia. A sancire il 2-0 in favore degli amaranto, i gol di Parpiglia al 7′ e di Giacchetta all’82’ (nella foto la vecchia Curva Nord di Reggio, così come si presentava quel giorno).

Redazione ReggioNelPallone.it
Testata giornalistica online Aut. Trib. di Reggio Calabria n. 11/2010 Il calcio e lo Sport nella Provincia di Reggio Calabria.

Ultime News

Gli occhi dell’Eccellenza sul “Tarsitano”: si ripete Paolana-Corigliano
Dilettanti

Gli occhi dell’Eccellenza sul “Tarsitano”: si ripete Paolana-Corigliano

12/12/2018 | A cura di Domenico Geria
Si rigioca questo pomeriggio il match tra Paolana e Corigliano, match terminato sul 2-2 a fine novembre, per il quale è stata ordinata la ripetizione a causa di un errore tecnico del direttore di gara, il quale aveva espulso un...
Serie D, turno infrasettimanale: gare interne per Cittanovese e Locri, trasferte per Palmese e Roccella
Dilettanti

Serie D, turno infrasettimanale: gare interne per Cittanovese e Locri, trasferte per Palmese e Roccella

12/12/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Si giocherà quest’oggi l’ultimo turno infrasettimanale dell’anno nel Girone I di Serie D, per l’esattezza sarà la giornata numero 15, terzultima di andata. Il momento favorevole della Cittanovese, reduce...
Mancato pagamento contributi, ufficiale il deferimento per la Reggina
Reggina

Mancato pagamento contributi, ufficiale il deferimento per la Reggina

11/12/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
La notizia non è certo di quelle che stupiscono, ma rappresenta in ogni caso l’ennesima certificazione delle croniche difficoltà in cui versa la Reggina. Era notizia ormai risaputa che il club dello Stretto, lo scorso...
Reggina-Cavese, i convocati di mister Cevoli
Reggina

Reggina-Cavese, i convocati di mister Cevoli

11/12/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Torna Tulissi nella lista dei convocati di mister Cevoli. Superati i problemi fisici, l’ala di proprietà dell’Atalanta è abile ed arruolabile. Discorso differente per Zivkov, ancora una volta fuori per scelta...
Cavese, l’abbraccio di squadra e tifosi a fine partita nel nome di Catello Mari
Serie C

Cavese, l’abbraccio di squadra e tifosi a fine partita nel nome di Catello Mari

11/12/2018 | A cura di Filippo Mazzù
Non è passato inosservato due anni e mezzo fa. Non lo sarà, con ogni probabilità, neanche domani. Perchè a fine partita tifosi e calciatori si stringono in un abbraccio simbolico. Nel nome di Catello Mari. Facciamo un passo...