breaking news

ReggioMediterranea, il bilancio di Carella: “Società modello e squadra di leoni”

ReggioMediterranea, il bilancio di Carella: “Società modello e squadra di leoni”
Dilettanti
31/05/2017 17:50 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Il tecnico gialloblù torna sulla salvezza conquistata appena tre giorni fa: "L'impresa ottenuta è merito anche dei miei preziosi collaboratori".

L’emozionante epilogo di una stagione infinita, vissuta sino in fondo col patema d’animo, ma nella piena consapevolezza di poter tagliare, felicemente, il traguardo finale. A distanza di 72 ore dalla gara col Corigliano, mister Peppe Carella traccia un bilancio dell’annata sportiva appena conclusa, dando i giusti meriti a quanti, societa’ in primis, ma anche staff tecnico e giocatori, hanno reso possibile l’ennesimo capolavoro targato ReggioMediterranea.

Passando in rassegna le precedenti edizioni del massimo torneo dilettantistico regionale, il doppio spareggio play out, andato in scena quest’anno, costituisce certamente una rarita’, e non fa altro che rendere ancor piu’ pregnante di significati l’obiettivo ottenuto dai gialloblu. “Domenica-esordisce Carella- abbiamo dato ai nostri impagabili tifosi la gioia della salvezza. Un risultato maturato tenendo anche conto di tutta una serie di difficolta’ e problematiche caratterizzanti il nostro percorso, e che siamo stati costretti a confermare sul campo per ben due volte, comprendendo la vittoria sul Cutro: vincere per due volte i playout, se non erro corrisponde ad un evento accaduto solo una volta in passato. Al di la di queste considerazioni, ribadisco la contentezza per un risultato importante, pienamente legittimato dal rettangolo verde, basti pensare alle due reti annullateci tre giorni fa, di cui una regolarissima. Restando alla gara playout col Corigliano, l’arbitraggio del signor Gregoris lo reputo abbastanza incerto, come testimonia l’episodio che ha visto il direttore di gara fischiare un penalty a favore della ReggioMediterranea, per poi tramutare tale provvedimento in un calcio d’angolo, dietro imput del proprio collaboratore”.

Il tecnico dei reggini, elogia l’intero gruppo, dal campo alle scrivanie. “Mi sia consentito rivolgere un ringraziamento sincero e profondo alla societa’, cui intendo dedicare in primis la permanenza. Ancor prima ch’io entrassi a far parte di tale realta’, conoscevo il valore dei dirigenti, alla voce stile professionale, competenza e conoscenze del calcio nostrano. A partire da novembre dunque, ho toccato con mano tutto cio’. I presidenti Cloro e Leo, nonchè l’intero staff dirigenziale, sono stati sempre prodighi, durante le sessioni d’allenamento settimanali, nel soddisfare le esigenze della rosa, facendoci lavorare ed esprimere con la massima tranquillita’. Sarebbe stato un peccato, guardando soprattutto al loro modus operandi, se non avessimo mantenuto la categoria. Abbraccio fraternamente, ringraziandolo per i suoi preziosi suggerimenti, il D.S. Casciano, col quale mi sono sempre confrontato, traendo enorme beneficio dalla sua consumata esperienza nel mondo del calcio”.

Al Longhi Bovetto, secondo Carella, si può davvero continuare a lavorare su un progetto destinato a diventare ancora più roseo. “Sussistono le condizioni- prosegue il mister- affinche’ qui possa costruirsi un qualcosa d’importante, facendo divenire la ReggioMediterranea una realta’ altamente significativa dell’hinterland reggino. Permettetemi, in forma altrettanto doverosa, di fare i complimenti a tutti i ragazzi, di cui testimonio l’attaccamento incondizionato alla maglia, ma anche costanza, abnegazione, sacrificio, nel mettere in pratica i dettami impartiti dall’allenatore. Questi calciatori, sul campo si sono sempre trasformati in leoni. A loro, classificatisi terzi ex aequo con l’Acri in relazione alle difese meno perforate del torneo, rivolgo la mia gratitudine piu’ sentita. Dietro un mister mi sembra evidente come debba esserci uno staff tecnico qualitativamente elevato, in grado di supportarlo e sopportarlo ( ride, ndr. ). Ragion per cui la grande impresa ottenuta e’ merito anche dei miei infaticabili e preziosi collaboratori, il preparatore atletico prof. Demetrio Brancati, Andrea Santisi, i colleghi della Juniores e degli Allievi, Antonio Giarmoleo e Felice Cacurri, l’amico fisioterapista Peppino Errigo, il preparatore dei portieri Antonino Liuzzo, e prima ancora di quest’ultimo Natale Cozzupoli, che ci ha dato una grossa mano, i magazzinieri Pino e Gaetano Puleo, sempre pronti ad ovviare alle esigenze materiali della rosa”.

Non ancora passata la sbornia dei festeggiamenti, il futuro del tecnico e’ ancora da definire:”Tra qualche giorno mi incontrero’ con la societa’, e verificheremo assieme aspettative e programmi futuri”.

Pasquale Imbalzano

Redazione ReggioNelPallone.it
Testata giornalistica online Aut. Trib. di Reggio Calabria n. 11/2010 Il calcio e lo Sport nella Provincia di Reggio Calabria.

Ultime News

Gazzetta del Sud – Viola, “anomalie ” che rallentano la tua difesa
Viola

Gazzetta del Sud – Viola, “anomalie ” che rallentano la tua difesa

27/04/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Attese invano le motivazioni della sentenza d’appello, “incredibile ma vero, il verdetto scritto in poco più di cinquanta minuti dal termine dell’udienza, non rispetta il termine dei dieci giorni fissato per il...
Quotidiano del Sud – Reggina, Bianchimano ancora ai box
Reggina

Quotidiano del Sud – Reggina, Bianchimano ancora ai box

27/04/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Conclusa la stagione con il raggiungimento dell’obiettivo salvezza, adesso è il momento di pensare al futuro. Mister Maurizi ha chiesto chiaramente di non paralare del suo contratto fino al termine della stagione, fin...
Gazzetta del Sud – Reggina, a Lentini con chi ha trovato meno spazio
Reggina

Gazzetta del Sud – Reggina, a Lentini con chi ha trovato meno spazio

27/04/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
In vista della trasferta contro la Sicula Leonzio, il tecnico amaranto Maurizi pensa a dare spazio a chi, in questa stagione, ha giocato meno. Con la salvezza ormai in tasca, nei 180 minuti restanti si darà spazio ai vari...
[VIDEO] Accadde oggi: all’inferno e ritorno, con il Parma ci pensa Ciccio Cozza
Reggina

[VIDEO] Accadde oggi: all’inferno e ritorno, con il Parma ci pensa Ciccio Cozza

27/04/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
27 aprile 2008, serie A, 35esima giornata di ritorno. Allo stadio Granillo di Reggio Calabria, va in scena un autentico spareggio-salvezza anticipato. Contro il Parma di Hector Cuper, la Reggina di Nevio Orlandi non ha...
A tu per tu con… Nicola Amoruso
Reggina

A tu per tu con… Nicola Amoruso

27/04/2018 | A cura di Redazione ReggioNelPallone.it
Tra gli attaccanti più forti nella storia della Reggina, Nick “dinamite” Amoruso ha vissuto tre anni importantissimi in maglia amaranto: 96 presenze e 40 gol, molti dei quali decisivi ed indimenticabili. Ai microfoni...